Genoa, Prandelli: “Sampdoria? Per me è derby d’Italia. Impossibile fare un pronostico…”

Genoa, Prandelli: “Sampdoria? Per me è derby d’Italia. Impossibile fare un pronostico…”

“Giampaolo è un maestro di calcio. Alla Samp toglierei Quagliarella”

di Redazione ITASportPress

Una gara che vale ben oltre i tre punti a disposizione, il derby della Lanterna significa la supremazia in città. Sampdoria-Genoa di domani pomeriggio, gara valida per la 32^ giornata di Serie A, è la gara per eccellenza. Una delle sfide storiche del campionato italiano.

Alla vigilia del match, Cesare Prandelli, allenatore del Genoa, ha presentato la gara nella conferenza stampa con i media. Ecco le sue parole:

DERBY – “Il derby è la partita che tutti vorrebbero vivere, giocare. Si provano sensazioni forti ed emozioni che non vedo l’ora di vivere. Per me è il derby d’Italia perché convivono insieme contrasti e familiarità. Un atmosfera unica. Sarà una partita nella partita. Dobbiamo avere idea e volontà di attaccare la loro linea difensiva. Il nostro pensiero è stato sempre sul derby. Lo stadio inciderà molto, ma il derby è senza pronostico“. “Le prestazioni contro Juve e Napoli ci hanno insegnato che possiamo fare bene contro le grandi. Ancora nessuna indiscrezione sulla formazione. Tutti i giocatori sono pronti per giocare, sono convinto che chi scenderà in campo farà una grande partita. Sono partite che tutti vorrebbero giocare, da protagonisti”. “L’orario del derby non importa, si può giocare a qualsiasi ora. È sempre uno spettacolo. Però un po’ di effetto lo fa: domenica ore 15 è l’orario giusto per il calcio romantico. Noi dobbiamo solo pensare alla partita e non alla classifica”. “Il derby a Genova è una cosa pazzesca, che riempie di affetto ogni persona e che sposta l’amore verso la squadra: incredibile”.

SAMPDORIA – Sui blucerchiati di Marco Giampaolo, Prandelli ha commentato: “La Sampdoria è un’ottima squadra quindi speriamo di replicare le prove viste con Juventus e Napoli. Affronteremo una squadra che sa palleggiare e costruire. Giocano da anni insieme mentre noi stiamo cercando il nostro equilibrio, possiamo effettuare pressing alto ma senza perdere l’equilibrio tattica”. “Giampaolo è un allenatore capace di modellare le squadre in base alle sue idee. È un maestro di calcio. Abbiamo cenato insieme al Museo dentro la storia del Genoa, un’esperienza positiva e bella anche per i nuovi”. “Un giocatore che toglierei alla Samp? Quagliarella”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy