Genoa, tifosi ancora contro Preziosi: “Caro Signor non mollo, è finito il tempo delle chiacchiere”

Genoa, tifosi ancora contro Preziosi: “Caro Signor non mollo, è finito il tempo delle chiacchiere”

Parole queste che rispondono all’invito di uno dei tifosi storici della Gradinata Nord che aveva chiesto al presidente Preziosi un faccia a faccia televisivo

di Redazione ITASportPress

Ancora forte attrito tra i tifosi del Genoa e il presidente Enrico Preziosi. Attraverso un comunicato ufficiale dal titolo: “Caro Signor non mollo è finito il tempo delle chiacchiere”  la Gradinata Nord ha espresso il suo rammarico dopo la disfatta del Grifone contro l’Entella in Coppa e ha ribadito la sua contestazione al patron rossoblu’:

Ecco il testo:

“Dopo le ultime sconcertanti vicissitudini che hanno visto ancora una volta il nostro Genoa vittima delle scellerate decisioni di un’azionista di maggioranza ormai completamente fuori controllo e che passa la sua vita a fare e a smentire se stesso, rendendolo non credibile a chiunque sia fornito di un’intelligenza di base, i gruppi della Gradinata Nord ritengono importante rimarcare che non esistono le condizioni per avere alcun confronto, né alcun contraddittorio, con la proprietà del Genoa CFC 1893. Al proposito riteniamo che anche Roberto Scotto, storica figura di riferimento della Gradinata Nord per molte generazioni e caro amico che gode della stima, dell’affetto e del profondo rispetto di noi tutti non debba confrontarsi con un uomo di così bassa statura morale e che usa il nostro amato Genoa 1893 solo per esclusivi fini ed interessi personali. Perchè nessuno che ama incondizionatamente i colori rossoblù, così come li ama Roberto, deve aver nulla a che fare con un simile individuo, tantomeno in un confronto televisivo, dove l’assunto di partenza non può che essere la non credibilità del signor Preziosi in qualsiasi esternazione dovesse fare. E quindi sarebbe solo tempo perso. Cogliamo l’occasione di dare il benvenuto a Mister Prandelli con l’augurio che il suo datore di lavoro non lo metta in situazioni di forte imbarazzo come ha sistematicamente fatto con tutti i suoi predecessori e che possa riportare il nostro Genoa dove merita e dove meriterebbe l’incondizionato amore dei Genoani”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy