Genoa, Veloso: “Voglio rimettermi in gioco. L’esonero di Ballardini? Ha sorpreso tutti…”

Genoa, Veloso: “Voglio rimettermi in gioco. L’esonero di Ballardini? Ha sorpreso tutti…”

“Sono al 75-80%, non ho fatto la preparazione con la squadra”

di Redazione ITASportPress

Sono 14 i punti in classifica del Genoa. Dopo un avvio positivo sotto la guida di Ballardini, però la rotta è cambiata e ha portato all’esonero dell’allenatore e all’arrivo di Ivan Juric. Con il nuovo tecnico il trend non è assolutamente cambiato, anzi, forse addirittura peggiorato. Il buon punto contro la Juventus è stato illusorio, infatti dopo il pareggio all’Allianz Stadium è arrivato un solo punto contro l’Udinese e ben due sconfitte, l’ultima molto pesante 5-0 contro l’Inter.

In soccorso del Grifone, però, potrebbe arrivare Miguel Veloso, centrocampista del Genoa, che da poco ha firmato nuovamente col club di Preziosi dopo essersi svincolato lo scorso 30 giugno. Il portoghese classe ’86, sembra poter essere quel giocatore in grado di far quadrare le geometrie della squadra dandole equilibrio e una grossa mano nella manovra, spesso lasciata al caso o alle singole iniziative. Intervistato da Il Secolo XIX il calciatore ha parlato del suo ritorno in rossoblù, spiegando i motivi dell’addio e il recente cambio di decisione.

SVINCOLO – “Il mancato rinnovo in estate? Venivo una serie di infortuni che mi avevano lasciato sempre mezzo e mezzo. Avevo bisogno di pensare, di staccare un po’ dal calcio. Sono stati mesi utili, mi sono serviti: ho avuto tempo per pensare. Sono stato con la mia famiglia, mia figlia è nata a marzo ed è stato bello trascorrere più tempo con lei, con il fratello e con mia moglie. Ma il calcio mi mancava, mi è tornata la voglia di rimettermi in gioco. Altre offerte? Si c’è stata qualche altra possibilità ma non si è concretizzata, non c’erano le condizioni”.

MOMENTO SQUADRA – “L’esonero di Ballardini? Con il Parma c’è stata una brutta sconfitta, ma in effetti l’esonero di Ballardini ci ha sorpreso. ha deciso il presidente, che è un innamorato del calcio, lo vive in pieno ed è uno che ne capisce. La mia condizione? Sono al 75-80%, non ho fatto la preparazione con la squadra ma da settimana ormai sto lavorando con i preparatori, sono entrato in campo sia contro il Milan sia contro l’Inter. Mi manca solo la partita, sono pronto per dare una mano”.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-12852382 - 5 giorni fa

    basta x favore

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy