Inter, Vecchi: “Non si accetta lo sforzo, serve il miglior allenatore al mondo”

Inter, Vecchi: “Non si accetta lo sforzo, serve il miglior allenatore al mondo”

“Tocca a me con i miei limiti di cercare di portare a termine la stagione nel miglior modo possibile. Abbiamo pochi giorni, ma vogliamo dare ordine e disciplina”

Alla vigilia della sfida contro la Lazio, Stefano Vecchi, allenatore dell’Inter, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni in conferenza stampa: “Da un punto di vista fisico la squadra fa quello che le chiedi, ma la differenza la fa il provare a superare i propri limiti ed andare oltre nel momento della fatica. Non accetta lo sforzo in questo momento, ha bisogno di essere incitata, spinta, sempre e in ogni situazione ed è una cosa che fai fatica a ritrovare. Fisicamente la squadra sta bene, contro il Sassuolo ha corso, ma fa fatica ad andare oltre. In settimana qualche segnale c’è stato. Succede spesso che l’aspetto mentale vada ad incidere così, è una cosa chiaramente involontaria. Crea problemi nel tempo. I ragazzi ci tengono, ma stanno facendo fatica e non succede solo con i ragazzini. Non è stato un calo di tensione, ma una stagione storta da finire bene. La squadra ha dato segnali di non voler finire in questo modo. Per squadra e blasone l’Inter ha bisogno del miglior allenatore del mondo. Ora tocca a me con i miei limiti di cercare di portare a termine la stagione nel miglior modo possibile. Abbiamo pochi giorni, ma vogliamo dare ordine e disciplina”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy