Juventus, Allegri: “Mandzukic sta bene. Higuain è motivato”

Juventus, Allegri: “Mandzukic sta bene. Higuain è motivato”

Le dichiarazioni del tecnico bianconero rilasciate in conferenza stampa

Commenta per primo!

Dopo la sosta per le Nazionali, riparte il campionato di Serie A. La Juventus affronterà la Lazio nel primo anticipo dell’ottava giornata all’Allianz Stadium. Intervenuto in conferenza stampa, il tecnico bianconero Massimiliano Allegri ha rilasciato le seguenti dichiarazioni: “Le condizioni di Mandzukic? Non gli dite che sta male altrimenti si arrabbia, Mario sta bene si è allenato e può giocare. Credo che non abbia avuto niente in nazionale. Khedira e Mandzukic stanno bene e sono a disposizione, Pjanic torna mercoledì perché non voglio rischiarlo. Marchisio ha iniziato a lavorare con la squadra, per De Sciglio, Howedes e Pjaca ci vorrà ancora tempo”.

ALLENATORE – “Fare l’allenatore non è facile, nella vita ci sono le categorie. In tutti i lavori c’è chi guadagna un tot e chi ne guadagna un altro. L’allenatore non è solo quello che va sul campo a livello teorico, ci sono tante sfaccettature. Nessuno è uguale all’altro. La differenza tra gli allenatori lo fanno i giocatori a disposizione, la gestione è differente. La vita è fatta di categorie e non si può scappare”.

SUDAMERICANI – “Chi è più riposato giocherà. Sono rientrati tutti bene, Bentancur non l’ho ancora visto. Dybala ha fatto 15 giorni di vacanza, chi è rimasto qui ha lavorato bene, su tutti Higuain che è molto motivato. Credo farà un grande mese”.

LAZIO “Non bisogna concedere campo e ripartenze alla Lazio. Abbiamo fatto bene nei primi quindici minuti in supercoppa, poi abbiamo concesso spazi e in questo sono molto bravi, sono una squadra ben allenata. Indipendentemente dalla partita di domani dobbiamo fare un salto di qualità per migliorare, annullare quei momenti vissuti contro Sassuolo, Torino e Atalanta, dove dopo il gol dello 0-2 abbiamo smesso di giocare e difendere e questo ci  è costato due punti. Non dobbiamo pensare solo alla fase offensiva, c’è anche la fase difensiva e non si deve calare altrimenti siamo in balia degli eventi. Così rischiamo di buttare dei punti durante la stagione. La Supercoppa è stata una partita strana, siamo andati sotto su ripartenza e poi abbiamo fatto una buona mezz’ora. Ma anche lì ci siamo distratti, e questo farà la differenza al termine della stagione. Questo per noi è un anno molto più difficile rispetto a quello scorso, perché le squadre si sono rinforzate e la prossima sarà una giornata bellissima. Tutte vogliono battere la Juventus e dobbiamo essere bravi a non concedere così tanto”.

NAZIONALE – “In un futuro magari si, dobbiamo stare vicini alla Nazionale perché deve andare al Mondiale”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy