Juventus, Allegri: “Non abbiamo ammazzato il campionato. Contro l’Inter affascinante, ma…”

Juventus, Allegri: “Non abbiamo ammazzato il campionato. Contro l’Inter affascinante, ma…”

“Per noi è molto più importante la partita di mercoledì in Champions League”

di Redazione ITASportPress

Giornata di vigilia in vista dell’importantissima sfida di campionato che vedrà le due storiche rivali Juventus e Inter una davanti all’altra. Intervenuto in conferenza stampa, Massimiliano Allegri, allenatore bianconero, ha presentato ai media la sfida dell’Allianz Stadium. Ecco quanto dichiarato:

DERBY D’ITALIA – “Domani è il Derby D’Italia. Indipendentemente dalla classifica sarà una serata affascinante. Sarà un test tecnico e mentale importante, contro una squadra che è cresciuta tanto e che, insieme al Napoli, è la nostra rivale scudetto”Bisogna essere bravi a dare continuità e a migliorare le prestazioni. L’unica situazione in cui siamo vulnerabili è quando spacchiamo la squadra. A Firenze è successo, perciò dobbiamo essere più compatti”. “Tutti tifano Inter? La cosa mi lascia indifferente. Dobbiamo proseguire il nostro percorso con molta calma. In questo momento ci sono i numeri che dicono che stiamo ammazzando il campionato… ma non stiamo ammazzando proprio niente. Il campionato va vinto, e va vinto a maggio. Prima è impossibile farlo. Serviranno circa 30 vittorie e per il momento abbiamo giocato 14 gare. Ritengo normale che in molti tifino Inter, sperando che il Napoli possa riavvicinarsi”.

IMPORTANZA – Non snobba l’impegno Massimiliano Allegri, ma lo ritiene meno importante rispetto alla gara di Coppa: “Per noi è molto più importante la partita di mercoledì perchè ci giochiamo il primo posto in Champions League. Domani con l’Inter invece ci giochiamo solo una partita”.

CHI GIOCA – Non so ancora se giocheranno Cancelo a sinistra e De Sciglio a destra. Sono intercambiabili e possono fare bene in entrambe le posizioni. Emre Can è tra i convocati. Sta bene e ha lo spirito giusto. Non escludo che possa giocare anche uno scampolo di partita. Bentancur ha un problema alla schiena. In base all’allenamento di oggi vedrò come sta e capirò come organizzare il centrocampo”.

AVVERSARIO – “Il punto forte dell’Inter? E’ una squadra che gioca con tecnica, velocità e ha un finalizzatore straordinario come Mauro Icardi”. Differenze con Spalletti? Non ce ne sono. La Toscana riesce a tirar fuori sempre buoni allenatori e questo ci differenzia dalle altre regioni. Faccio i complimenti a Spalletti per ciò che sta facendo, dopo aver già fatto grandi cose alla Roma e in Russia”. “Inter e Napoli? Il Napoli ha un modo di approcciare diverso con Ancelotti, è più pericoloso. E poi hanno messo nuovi giocatori come Ruiz. L’Inter altrettanto, ha un bravissimo allenatore, hanno preso Asamoah che è uno dei terzini più bravi che ci sono in circolazione, hanno recuperato molti giocatori come Joao Mario, Borja Valero, hanno Nainggolan che non so se giocherà. L’Inter è in netto miglioramento”. “La partita con l’Inter si prepara da sola. E’ come una grande sfida di Champions League”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy