Juventus, Allegri: “Palermo cambiato faccia con De Zerbi ma ci servono tre punti”

“Domani affronteremo un Palermo diverso rispetto a 20 giorni fa, sarà difficile”

Commenta per primo!

Con la vittoria al Cagliari nel turno infrasettimanale, la Juventus ha riconquistato la vetta della classifica. Domani pomeriggio alle ore 18:00 la squadra di Massimiliano Allegri sarà di scena a palermo per affrontare gli uomini di De Zerbi. Il tecnico bianconero è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia del match contro i rosanero; queste le dichiarazioni rilasciate: “Domani affronteremo un Palermo diverso rispetto a 20 giorni fa, hanno fatto quattro punti in due trasferte e hanno cambiato allenatore. Sarà difficile, ma non possiamo far altro che portare a casa tre punti per dare continuità alla vittoria con il Cagliari. Dybala? Dopo un anno qui in crescita ora è più difficile. Sta facendo buone partite, ha più attenzione da parte degli avversari, lo conoscono. Deve rimanere sereno, ha giocato tante partite e potrebbe partire dalla panchina”.

FORMAZIONE “Domani valuterò, rientra Khedira e sicuramente riposerà Chiellini. Gli esterni? Son larghi e devono stare larghi (ride ndr) devo decidere e valutare sia loro sia la rotazione dei centrocampisti. Scelgo la miglior formazione di partita in partita, abbiamo cambiato cinque giocatori a Milano e non va bene il turnover, ne ho cambiati cinque con il Cagliari e grazie alla vittoria il turnover è perfetto. Sono contento per Rugani, spero che Benatia torni a disposizione perché si gioca 7 partite ogni 21 giorni. Buffon sta bene e giocherà. Devo lavorare e averli tutti a disposizione”.

PJACA “Marko sta crescendo molto, Sta crescendo molto bene, ha caratteristiche diverse rispetto a Dybala e i maggiori minuti giocati in queste ultime settimane lo hanno aiutato. Potrebbe giocare, ma domani potrebbe esserci la coppia Mandzukic-Higuain.  Ha grandi qualità, diventerà uno dei più grandi attaccanti del calcio europeo. Mandzukic nasce esterno, può fare la seconda punta”.

CUADRADO – “Non partirà dal 1′, ma probabilmente giocherà a partita in corso. Cuadrado ha fatto tutto l’allenamento, mi ha chiesto di andare a casa per problemi familiari e l’ho fatto tornare a casa perché l’ho visto turbato”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy