Juventus, Chiellini: “Sostituire Buffon non è facile. Ronaldo? Come Bolt e Federer…”

Juventus, Chiellini: “Sostituire Buffon non è facile. Ronaldo? Come Bolt e Federer…”

“Alla Juventus una vittoria è soprattutto sollievo”

di Redazione ITASportPress

Curiosa ed interessante intervista – alla quale ha partecipato anche il velocista dell’Atletico Filippo Tortu – rilasciata dal capitano della Juventus Giorgio Chiellini a La Stampa. Temi bianconeri e non solo nelle dichiarzioni del centrale difensivo italiano.

CAPITANO – Con l’addio di Buffon, Chiellini è diventato capitano della Juventus. Un compito non facile ma che mette in risalto doti già ben evidenti da leader: “Sostituire Gigi non è per niente facile. Da capitano non devi farti gli affari altrui, ma mantenere l’equilibrio sì e in uno spogliatoio multietnico con origini, abitudini e religioni diverse non è sempre facile. Però condividere è bello”.

CR7 – E a proposito di capitani, leader e condottieri dello spogliatoio, Chiellini parla anche dell’arrivo di Ronaldo: “Leader si diventa, io sono curioso, sono un buon osservatore e imparo. Avere vicino Ronaldo, per esempio, è interessante. È di quelli come Bolt, Federer: conoscere le abitudini di chi ha una marcia in più serve. Non per imitare, per allargare il punto di vista”.

MOTIVAZIONI – Per essere sempre al topo serve trovare le motivazioni giusti. Queste sono fondamentali, come conferma lo stesso numero 3 bianconero: “Motivazioni? Lloris, il portiere della Francia, ha detto che dopo il Mondiale vinto ha avuto mesi difficili perché non trovava nuove forze o motivazioni. In Nazionale credo sia così, l’ho visto sugli juventini che avevano vinto nel 2006, erano stralunati. Con il club è diverso, alla Juventus una vittoria è soprattutto sollievo: ‘Questa è andata’”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy