Napoli, Ancelotti: “Juventus fortissima, ma non è l’unica”. De Laurentiis: “Var si, ma..”

Napoli, Ancelotti: “Juventus fortissima, ma non è l’unica”. De Laurentiis: “Var si, ma..”

Prime parole per il nuovo tecnico dei partenopei

di Redazione ITASportPress

Il Napoli è pronto a ripartire verso il sogno scudetto. Questa stagione lo farà con un’arma in più: Carlo Ancelotti. Il tecnico di Reggiolo si prepara alla nuova sfida con gli azzurri che, nella scorsa stagione, hanno sfiorato il tricolore. Alle 12.30 ha parlato nella sua prima conferenza stampa a Dimaro Folgarida proprio l’allenatore che in passato con il Milan si è già laureato campione d’Italia. A partecipare alla prima uscita ufficiale anche il presidente Aurelio De Laurentiis. Ecco quanto dichiarato:

ANCELOTTI – “Ho accettato Napoli perché volevo allenare un club e non la Nazionale. Sono compiti diversi. Il Napoli crede in me, nelle mie capacità. Poi c’è la voglia di trovare un progetto interessante, di crescita. L’obiettivo è di competere su tutti i fronti.Ho ammirato il gioco di Sarri, la squadra ha valori importanti e non è facile migliorare la rosa attuale. Vivere in questa città è stimolante difatti ho scelto di abitarci. Panorama magnifico, ci vivo ben volentieri. Sulla squadra avevo preso informazioni. Giocatori giovani, ricettivi. Altri sono esperti come Callejon, Hamsik e Albiol. Come si può rendere felice il presidente? Per il momento è lui che ha reso felice me. Il rapporto tra tecnico e società è fondamentale. Se mi ha chiesto qualcosa? Ambizione”.

CR7 – “Arrivo con lui nella Serie A. Il calcio italiano trae grande vantaggio dal suo approdo nel nostro campionato. Per noi è una grande motivazione in più. I top player sono i giocatori che riteniamo più bravi, non quelli che vengono pagati di più. La Juventus non è potere. Sarà avversario difficile, ma anche Inter, Roma e le altre lo sono. Noi partiamo per vincere. Ambizioni e motivazioni sono grandi”.

HAMSIK – “Lo metteremo forse nella posizione di Jorginho. Abbiamo anche Diawara che è giovane e farà bene. Anche Mertens potrà giocare tra le linee, da prima punta e dietro la punta. Mi ha stupito abbia fatto tanti gol da centravanti. I nuovi arrivi? Meret è un giovane talento. Tecnicamente forte. Karnezis è d’esperienza. Inglese ha fatto molto bene al Chievo. Fabian Ruiz è giovane e completo. Non ha le caratteristiche per giocare davanti alla difesa. Verdi? Come Mertens. Molto bravo sulla trequarti tra le linee. Modulo? Possiamo giocare diversamente a seconda del possesso palla che vorremo fare. Milik e gli altri vanno bene. L’attacco è ok così”.

OBIETTIVI – “Il primo sarà quello di passare il girone di Champions League. I ragazzi presenti hanno dimostrato di essere pronti. Sono stati al vertice in questi anni. La mia e la loro conoscenza ed esperienza  potrà solo aiutare. I 91 punti dell’anno scorso sono importanti ma i campionati si vincono anche con 85 punti”.

MERCATO – “Si è detto che ho parlato con tanti giocatori. Ronaldo, Benzema, Cavani, David Luiz ma non è vero. Cerchiamo un laterale destro e dobbiamo valutare Ghoulam ma non preoccupano le sue condizioni.”.

VAR – “E’ un’innovazione positiva”.

Le parole del presidente De Laurentiis:

DE LAURENTIIS – “Il Napoli è cresciuto tantissimo negli ultimi anni. Come dice Carlo, abbiamo undici giocatori che sanno il fatto loro. Il mio tweet per Ronaldo? Mi sono adombrato per la poca crescita del calcio italiano dal punto di vista imprenditoriale. Dal punto di vista audiovisivo. Mi sono arrabbiato con i miei colleghi per il diritti tv con Sky. Ora con Cristiano Ronaldo avremmo potuto lasciare aperta una porta per il futuro e chiedere molto di più. Non possiamo stare ogni anno ad aspettare 10 milioni in più”. “Sarri? La vicenda è in dirittura d’arrivo. Chi vivrà vedrà. Dipende da lui, io ho posto le mie condizioni. Jorginho nella trattativa? Sì, avevo chiuso col City ma poi il giocatore ha detto di preferire il Chelsea”. “Faremo le amichevoli per vedere e testare i giocatori che abbiamo. Liverpool, Borussia. Il mister capirà il valore dei giocatori e poi decideremo se vendere qualche giocatore. Abbiamo una rosa importante. I giocatori che abbiamo sono dei top player”. “Sono contento che Ronaldo sia venuto in Italia. E’ la dimostrazione che l’asse si sta spostando dalla Spagna alla Serie A”. “Il colpo di mercato? L’arrivo di Ancelotti al Napoli”. “Si leggono tanti nomi. Su Cavani non c ‘è nulla. Chiacchere da bar”. “Un colpo come Ronaldo fa bene anche ad Allegri. Come fa un allenatore a vincere sempre? Se poi perde si mette subito in discussione. Uno come Ronaldo fa bene anche fuori dal campo. Se farà il testimonial Ferrari poi…”. “Var? Serve ma bisogna modificare qualcosa perché c’è sempre qualche episodio che mette sospetti”. “Abbiamo perso 15 milioni per l’uscita dalla coppa”. “Confido che nel corso della stagione il rapporto con i media sia serio. Non abbiamo bisogno di titoli, altrimenti mi ritiro dal rapporto con i media”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy