Napoli, l’ex Iezzo non è convinto: “Kouamé e Barella? Per vincere serve altro…”

Napoli, l’ex Iezzo non è convinto: “Kouamé e Barella? Per vincere serve altro…”

“Meret e Donnarumma riaffermeranno la leadership mondiale dei portieri italiani”

di Redazione ITASportPress

Ha vestito la maglia del Napoli dal dal 2005 al 2011, Gennaro Iezzo, ex portiere azzurro, è intervenuto a Napoli Magazine Live per parlare della stagione dei partenopei e delle recenti trattative di mercato che il club azzurro sta mettendo in atto.

L’obiettivo è quello di vincere e di avvicinarsi sempre più alla Juventus, ma per farlo servono rinforzi di un certo tipo. L’ex estremo difensore, infatti, non sembra totalmente convinto delle trattative messe in atto dal Napoli.

ESPERIENZA – Per un affare praticamente concluso, quello col Genoa per Kouamé, ad uno che potrebbe presto mettersi in atto, quello per Nicolò Barella del Cagliari. Per Iezzo, però, questi due nomi, seppur interessanti, non sono quelli giusti per il vero salto di qualità: “Sono giovani molto promettenti e interessanti, ma se vuoi vincere serve altro. Il Napoli, però, ha altre strategie, quindi l’interessamento per i due è molto possibile. Anche Lazzari sicuramente è un profilo che può interessare agli azzurri”.

MERET – Da portiere a portiere, Iezzo dà un suo giudizio sul giovane Meret: “Lui e Donnarumma riaffermeranno la leadership dei portieri italiani in Europa. Per un giovane come Meret, non è facile essere il portiere del Napoli ma può diventare tra i più forti del mondo. Ad oggi è più pronto Donnarumma, ma è solo una questione di esperienza”.

CORI – Torna a parlare anche dei recenti fatti di San Siro e i cori razzisti all’indirizzo di Koulibaly: “Ci fossi stato io allo stadio, mi sarei fermato. Per chi ha vissuto il calcio in diverse categorie è inaccettabile il clima che si respira. Credo sia arrivata l’ora di far rispettare le regole che ci sono per non far riaccadere quanto avvenuto a San Siro”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy