Napoli, preso Ancelotti, De Laurentiis ha un buon motivo per non esonerare Sarri

Napoli, preso Ancelotti, De Laurentiis ha un buon motivo per non esonerare Sarri

Il patron azzurro ieri ha trovato l’accordo con l’ex del Bayern Monaco

di Redazione ITASportPress

Il Napoli ha il suo nuovo allenatore: Carlo Ancelotti ha detto sì a De Laurentiis e torna su una panchina dopo il fallimento al Bayern Monaco. La fumata bianca è arrivata ieri dopo l’incontro tra i due finito con una stretta di mano. Contratto biennale (con opzione del terzo) da circa 6,5 milioni netti a stagione. Adesso il rebus è come sarà liquidato Sarri che per adesso è legato al Napoli fino al 2021. Come riporta oggi la Gazzetta dello Sport, De Laurentiis non intende esonerare il tecnico del calcio spettacolo, nonostante una clausola gli permetta di congedarlo con una misera penale di 500 mila euro. Piuttosto continuerà a pagargli lo stipendio da 1,4 milioni netti a stagione. Il motivo? Impedirgli di trovare subito un’altra collocazione, ben sapendo che lo Zenit aveva messo gli occhi su di lui. Ma la mossa serve soprattutto a evitargli prospettive in divenire nel nostro campionato. In tal modo avrebbe sempre la possibilità di chiedere un risarcimento per liberarlo: magari quegli 8 milioni previsti nella famosa clausola in scadenza il 31 maggio.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy