Roma, Ranieri: “Da allenatore avrei tenuto De Rossi. Futuro? Non conosco i piani della società…”

Roma, Ranieri: “Da allenatore avrei tenuto De Rossi. Futuro? Non conosco i piani della società…”

Il tecnico dice la sua anche sul momento della società

di Redazione ITASportPress

Solita conferenza stampa nel giorno dell’antivigilia della sfida per la Roma di Claudio Ranieri. Il tecnico giallorosso ha parlato della gara contro il Sassuolo, della rincorsa ai posti Champions League, ma soprattutto dell’addio di Daniele De Rossi e dei piani della società. L’allenatore di Testaccio non ha risparmiato qualche critica alla dirigenza capitolina. Ecco le sue parole:

DE ROSSI – Si parte subito dall’argomento più caldo, ovvero l’addio del capitano giallorosso annunciato due giorni fa: “Io parlo da allenatore, non sono un dirigente. Se mi avessero chiesto cosa fare con Daniele, io avrei detto che sarebbe stato da tenere, perché so che giocatore è, so che uomo è e so che capitano è. Si parla spesso di leader e lui è un allenatore in campo. Con lui si può parlare, ha una mentalità precisa, fa tutto per il bene della squadra. E’ uno di quei giocatori che tutti gli allenatori vorrebbero”. E nello specifico sul centrocampista: “Non gli ho ancora parlato, l’ho visto come sempre, anche se dentro proverà qualcosa di diverso. Immagino che non dormirà di notte, mi sembra normale. Per chi ha dato tutto, giocando anche in condizioni non ottimali pur di aiutare la squadra, cose del genere potrebbero essere sconvolgenti. Se giocherà ancora? Vuole continuare e grazie alla visione di gioco che gli ha dato il padre ha già una mentalità da allenatore. E’ un leader. Vedremo se ci sarà in campo, intanto quello che mi auguro e che la sua ultima all’Olimpico sia una festa. Ci sarà tempo poi per le contestazioni”.

FUTURO – “Parlare di futuro per me è difficile, perché non conosco i programmi. Credo che fare lo stadio possa essere molto importante per pensare ad una grande Roma. Io adesso sono concentrato solo sul tirare fuori il meglio da ogni ragazzo”.

SASSUOLO – Il futuro, però, si chiama Sassuolo e la possibilità di raggiungere i posti in Champions League: “Io spero che tutto questo spinga ancora a far bene, dobbiamo giocare le ultime due partite al massimo per non avere rimpianti. Dal punto di vista fisico stiamo bene. Zaniolo è alle prese con il solito polpaccio indurito, ma oggi riprenderà con un differenziato. Per Pellegrini non è nulla di grave, sarà a disposizione per sabato o forse per la partita successiva”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy