Sampdoria, retroscena Tonelli: si vuole evitare il riscatto obbligatorio

Sampdoria, retroscena Tonelli: si vuole evitare il riscatto obbligatorio

Il Napoli lo rivoleva a gennaio per girarlo all’Empoli

di Redazione ITASportPress
Curioso retroscena di mercato che riguarda l’asse Genova-Napoli. Si tratta della situazione Lorenzo Tonelli, difensore azzurro arrivato in estate in prestito alla Sampdoria. Il classe ’90 da subito perno della squadra doriana, di recente si è spesso accomodato in panchina, scavalcato nelle gerarchie da Colley e Andersen. Scelta tecnica o c’è qualcosa sotto?
L’esclusione di Tonelli è stata letta, dai più maliziosi, come una strategia da parte della società blucerchiata per non riscattare obbigatoriamente il giocatore. Infatti, secondo Il Secolo XIX la Sampdoria dovrà versare 7,5 milioni a De Laurentiis quando Tonelli raggiungerà la 19a o la 20a presenza stagionale – non è ben noto il numero preciso -. Al momento il difensore ha già ottenuto 13 gettoni con la maglia del club genovese, ed ecco perché la società di Ferrero starebbe utilizzando con il contagoccie ultimamete il difensore. Inolte, ci sarebbe un altro aspetto. A gennaio, sembra che il Napoli avesse provato a riprendere Tonelli con l’intento di girarlo all’Empoli. La Sampdoria, però, ha fatto muro decidendo di trattenerlo per necessità, per i prossimi sei mesi.
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy