Sassuolo, De Zerbi: “Qui arrivato con un anno di ritardo. Berardi? Per noi è importantissimo”

Sassuolo, De Zerbi: “Qui arrivato con un anno di ritardo. Berardi? Per noi è importantissimo”

Si è presentato alla stampa il nuovo allenatore

di Redazione ITASportPress

Prima giornata neroverde per il neo allenatore del Sassuolo, Roberto De Zerbi. L’ex Benevento in conferenza stampa ha svelato le sue strategie. “Grazie alla mia ex società, al presidente, sono felicissimo di venire qua, anche con un anno di ritardo. Non voglio fare la comparsa, non voglio sedermi su una panchina tanto per farlo, ma cercherò di essere utile, rispettando quanto è stato fatto in passato – riporta Tuttomercatoweb-. Sosterrò con forza e passione e la mia idea, ci siamo trovati subito con l’amministratore delegato, non c’è stato mai nessun dubbi per fare parte di questa società”.

SQUALIFICA –  “Il mio modo di vivere gli allenamenti sarà sempre lo stesso, li guido in maniera passionali. Sulla vicenda, io patteggiando sarei andando incontro a due giornate di squalifica, non mi sono adeguato, non mi sono accontentato. Ho dei buoni motivi per essere prosciolto, ci sarà l’appello, non condivido la sentenza, ma sono obbligato ad accettarla. Non vado al compromesso per andare in panchina prima”.

BERARDI – “Mi sono reso conto della grande passione del proprietario Squinzi. Ama il calcio, cerca di informarsi e di capire quali sono le strategie tattiche e l’idea di gioco. Ad oggi non si possono delineare gli obiettivi, si cerca di ripartire da una base importante, siamo troppo distanti dall’aver definito la rosa finale che andrà ad iniziare la stagione. L’obiettivo è difficile decifrarlo fin quando non si capisce dal campo il valore della propria squadra, lo si capirà sul campo. Berardi è un giocatore importantissimo, ha avuto una fase naturale di calo, ha fatto 31 gol nei primi due anni di serie A. Non c’è mai stato nessuno con quel numero di gol. Se rimane con entusiasmo sono contento, un giocatore cosi si fa fatica a trovarlo. Se la sua scelta sarà diversa, ci penserà la società. E’ un ragazzo per bene”.

BOATENG –  “E’ un calciatore di qualità, quelli di qualità vanno messi in campo. Lo conosco bene, è intelligente, maturo e forte, può ricoprire diversi ruoli”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy