Udinese, Nicola: “Serve tempo per migliorare, ma siamo soddisfatti”

Udinese, Nicola: “Serve tempo per migliorare, ma siamo soddisfatti”

Le parole dell’allenatore dei friulani dopo la gara contro il Sassuolo

di Redazione ITASportPress

Davide Nicola, tecnico dell’Udinese, ha parlato nella conferenza stampa al termine della gara contro il Sassuolo terminata 0-0. Un bel punto per i friulani che col nuovo allenatore sono ancora imbattuti e hanno ottenuto 4 punti nelle ultime due gare.

Ecco quanto dichiarato nel post match:

BENE COSI’ – “Avevamo davanti una squadra molto organizzata. L’abbiamo studiata molto bene e abbiamo fatto la partita che ritenevo più giusta per ottenere dei punti. Sono qui da poco, ho fatto solo 7 allenamenti con tutto il gruppo. Dopo la vittoria con la Roma ho cercato di mettere qualcosa in questa settimana dove ho avuto tutti, soprattutto sotto l’aspetto del possesso palla. Nel secondo tempo abbiamo cercato di dare più ampiezza, tenendo i tre centrali più larghi, bisogna ancora fare molto per ottenere gli smarcamenti che voglio, ma si inizia a vedere qualcosa. Abbiamo concesso solo due tiri in porta e sui piazzati siamo stati attenti. Bisogna sì crescere, ma bisogna anche conquistare una posizione di classifica più tranquilla. Quindi siamo soddisfatti”. “È la seconda partita di fila senza prendere gol, non era ancora successo, bisogna in questo momento fare di necessità virtù e oggi lo abbiamo fatto bene”.

STILE DI GIOCO – “Credo che la crescita di questa squadra dipenda, prima di tutto, dalla solidità difensiva. Ma credo che il modo di stare in campo in questo momento possa e debba diventare più fluido, utilizzando i giocatori più offensivi dandogli meno compiti difensivi. In questo momento non siamo così tanti da poter fare scelte diverse. Giocando in questo modo si può essere più aggressivi non solo nella metà campo avversaria, ma anche sulla nostra trequarti, nel recupero palla. Oggi, però, se ci fossimo sbilanciati avremmo concesso il fianco al Sassuolo che in velocità è molto forte. Nel primo tempo siamo partiti con un baricentro un po’ più alto, ma non riusciamo a tenerlo per molto tempo. In questo momento dobbiamo usare tanti uomini per andare in chiusura, col tempo saremo più fluidi”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy