Palermo, la cessione del club agli inglesi tra lo scetticismo generale

Palermo, la cessione del club agli inglesi tra lo scetticismo generale

La gestione Zamparini chiusa dopo 16 anni

di Redazione ITASportPress

Molto fumo da Londra e poco arrosto. Il Palermo Calcio non è ancora chiaro a quali mani passerà dopo la gestione di Maurizio Zamparini. La società rosanero è stata ufficialmente ceduta al gruppo inglese ‘Global Futures Sports and Entertainment’ e per il patron friulano, dopo 16 anni di presidenza, è ora di calare il sipario. “Mi sento come se fossi diventato ‘vedovo’. Non so se sia un giorno triste o bello, forse tutti e due. Questo è l’ultimo regalo che faccio alla città, dare il Palermo in mano a persone sicure, serie, con possibilità economiche per fare un grande progetto”. Ma ci sono dubbi su questi nuovi acquirenti e sulla Global Futures Sports & Entertainment. In città regna lo scetticismo, soprattutto dopo la trattativa di due anni fa con Paul Baccaglini, finita in una bolla di sapone. Anche il noto giornalista del Sole24ore Marco Bellinazzo getta ombre su questo passaggio di proprietà. “Le notizie sulla “vendita” del @palermocalcioit riecheggiano sinistramente quelle di altre analoghe situazioni che hanno funestato il calcio italiano e l’inefficacia delle norme sui passaggi di proprietà. Mi auguro che la @FIGC di @gagravina non tergiversi e pretenda chiarezza”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy