Pisa-Brescia, si gioca all’Arena Garibaldi a porte chiuse

Ecco la decisione dell’Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive.

Commenta per primo!

L’Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive, riunito oggi, “pur stigmatizzando le condotte violente di una frangia della tifoseria pisana prima dell’incontro Pisa-Brescia a Empoli”, ha autorizzato lo svolgimento della partita Pisa-Ascoli Picchio, in programma sabato 24 settembre prossimo e valida per il campionato di calcio di serie B. In considerazione anche dell’attuale inagibilità dello stadio “Arena Garibaldi”, il sindaco di Pisa adotterà apposita ordinanza in parziale deroga all’agibilità, che consentirà l’accesso all’impianto sportivo, oltre ai calciatori e agli altri componenti dello staff tecnico delle due squadre, ai giornalisti, gli operatori radio-televisivi, i fotografi regolarmente accreditati, al personale con funzioni strettamente connesse all’organizzazione della gara, agli addetti della sicurezza pubblica, ai vigili del fuoco, agli operatori di pronto soccorso, alle persone diversamente abili e ai loro accompagnatori.

Inoltre il provvedimento sindacale consentirà l’ingresso ad un numero massimo di 200 persone accreditate dalle società (altri tesserati, dirigenti, ospiti, sponsor, partner, ecc.).

Sempre oggi, presieduto dal prefetto di Pisa, Attilio Visconti, si è riunito il Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica che ha recepito le determinazioni dell’Osservatorio sulla partita di sabato prossimo e ha disposto le misure idonee a garantire la tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica, che saranno definite nell’ambito di un apposito tavolo tecnico presieduto dal questore. Quest’ultimo richiederà anche un adeguato contingente di personale di rinforzo.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy