Ciclista simula la caduta a pochi metri dall’arrivo: ecco perchè

A volte i simulatori non appartengono solo al mondo del calcio

Al Giro della Norvegia un ciclista ha simulato la caduta a pochi metri dall’arrivo. L’insolito fatto per il ciclismo si è verificato negli ultimi tre chilometri dopo che alcuni corridori sono rimasti coinvolti in una mega caduta. Il ciclista furbo avrà pensato di gettarsi a terra accanto al groviglio di biciclette ben conoscendo il regolamento della corsa. La giuria della competizione infatti a chi non riesce a tagliare il traguardo dopo una caduta negli ultimi tre chilometri, dà l’abbuono non penalizzando il corridore in classifica.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy