Caos Palermo, soldi virtuali e futuro quasi segnato: sarà Serie D

Caos Palermo, soldi virtuali e futuro quasi segnato: sarà Serie D

La società verso il fallimento

di Redazione ITASportPress
US Citta di Palermo v Ascoli - Serie B

Oggi Cda e verifica sui conti, ma il destino del Palermo sembra ormai segnato. La società rosanero è destinata a fallire e a dover ripartire dai dilettanti. E’ una corsa contro il tempo che, però, non servirà a nulla.

Da un lato Salvatore Tuttolomondo, direttore finanziario di Arkus Network, impegnato per risolvere la questione della fideiussione dopo la presunta truffa del broker, dall’altro un Cda indetto a Palermo che doveva essere chiuso ieri sera, ma che resterà aperto fino a questa mattina quando si chiederà il riscontro dei versamenti fatti il 24 giugno per il budget economico da inviare alla Figc che ancora non risultano visibili. Come scrive La Gazzetta dello Sport, gli stessi giocatori, a ieri, ancora non avevano ricevuto gli stipendi di marzo, aprile e maggio.

Una situazione al limite dell’inverosimile che si chiuderà, quasi certamente, con il fallimento della società che dovrà ripartire dalla Serie D. A questo punto potrebbero entrare in gioco diversi potenziali acquirenti. Ferrero potrebbe non essere l’unico interessato. Si fanno anche i nomi di Preziosi, e anche di Lotito, anche se entrambi sono molto defilati, a differenza del presidente della Sampdoria.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy