Dalla Francia, arrestato Platini per corruzione

L’ex presidente dell’UEFA è finito in manette a seguito dell’inchiesta sull’assegnazione dei Mondiali di calcio in Qatar nel 2022

di Redazione ITASportPress

L’ex presidente della Uefa, Michel Platini, è stato arrestato in Francia nell’ambito dell’inchiesta sull’assegnazione del Mondiale del 2022 al Qatar. La notizia è stata riportata da Mediapart.

Platini sarebbe stato fermato questa mattina, martedì 18 giugno, per la vicenda che fa riferimento all’assegnazione dei Mondiali del 2022 al Qatar insieme a quelli del 2018 in Russia. Una scelta presa dall’allora presidente della Fifa, Blatter, nel dicembre del 2010 e che aprì una serie di denunce, inchieste e arresti fino alla salita alla carica di numero uno di Gianni Infantino.

Nel 2015 Platini lasciò l’incarico di presidente dell’Uefa perché accusato di avere percepito illecitamente 2 milioni di franchi svizzeri dall’allora presidente della Fifa Blatter e venne squalificato da tutte le attività calcistiche per otto anni, poi ridotti a quattro. Le Roi, nel maggio 2018, venne scagionato dalla magistratura svizzera, che non riscontrà irregolarità nel suo operato.Un’accusa rispedita al mittente da Platini che ha ricevuto una squalifica da tutte le attività calcistiche per 8 anni, poi ridotti a 6 e 4 nel corso dei vari gradi di giudizio.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy