Sakho alla Cnn: “Quando ero piccolo dovevo rubare cibo per nutrirmi”

Le parole del giocatore del Crystal Palace a proposito della sua non semplice infanzia vissuta a Goutte d’Or

di Redazione ITASportPress

Mamadou Sakho è attualmente un calciatore del Crystal Palace, squadra che milita nel campionato di Premier League. Ma il suo talento è indiscutibile, tanto che può vantare anche dei trascorsi prestigiosi al PSG, squadra nella quale è cresciuto ed ha vinto quattro titoli ed al Liverpool. La sua vita, però, non è stata tutta rose e fiori, come spesso purtroppo capita a personaggi come Sakho stesso. Infatti, in un’intervista rilasciata alla ‘Cnn’, il 28enne francese si è raccontato, descrivendo la difficile infanzia che ha vissuto.

INFANZIA – “Sono cresciuto a Goutte d’Or, vicino a Montmartre, in una famiglia composta da 3 sorelle e 3 fratelli. Allora la mia vita era molto diversa. Eravamo poveri, dormivamo per strada. So bene cosa significa avere fame e freddo, in quanto ho spesso dovuto chiedere la carità e rubare cibo per nutrirmi”.

LA MORTE DEL PADRE – “La svolta è arrivata quando avevo 13 anni e mio padre morì. Quell’esperienza mi ha segnato nel profondo, ma mi ha insegnato come vivere assumendomi le mie responsabilità, che mi hanno aiutato a divenire l’uomo che sono oggi. Il calcio mi ha aiutato a cambiare vita e mi ha insegnato a restituire qualcosa. Per questa ragione quando scendo in campo do tutto me stesso, per i tifosi”.

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy