F1, Gp Stati Uniti: Hamilton imprendibile nelle libere, Vettel penalizzato

F1, Gp Stati Uniti: Hamilton imprendibile nelle libere, Vettel penalizzato

L’inglese sfreccia anche sul bagnato, il ferrarista non rallenta a sufficienza in regime di bandiere rosse e perde tre posizioni nella griglia

di Redazione ITASportPress

Il Mondiale di Formula 1 fa tappa ad Austin per il Gp degli Stati Uniti che, proprio come accaduto nel 2017, potrebbe coincidere con il trionfo matematico di Lewis Hamilton.

All’inglese della Mercedes basterà vincere con Sebastian Vettel non meglio che terzo, arrivare secondo con il tedesco quinto o anche sesto se il ferrarista non andrà a punti. Intanto però le Frecce d’Argento hanno messo le cose in chiaro fin dalle prove del venerdì, dove non sempre Lewis e Bottas hanno spopolato in stagione.

Sotto una pioggia fitta, Hamilton miglior tempo nella prima sessione con il tempo di 1’47”502 precedendo il compagno di scuderia, staccato di un secondo e tre decimi, per poi ripetersi nella seconda sessione, disputata in condizioni di bagnato estremo, fermando il cronometro sul tempo di 1’48″716, questa volta davanti al sorprendente Pierre Gasly, su Toro Rosso, ma futuro pilota Red Bull al posto di Daniel Ricciardo che andrà in Renault. Entrambe le Toro Rosso, però, saranno relegate in coda allo schieramento per cambio di elementi delle power unit Honda

Notte fonda per le Ferrari, quinte e seste con Vettel e Raikkonen nella prima sessione e addirittura none e undicesima nella seconda, con il finlandese a precedere il tedesco.

Più che i tempi, però, condizionati dalle prove di nuovi elementi aerodinamici, a complicare le cose ecco la penalità inflitta a Vettel per non aver rallentato abbastanza in regime di bandiere rosse per permettere di liberare la pista dalla ghiaia lasciata dal futuro compagno Charles Leclerc: il tedesco verrà penalizzato di tre posizioni nella griglia di partenza.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy