Sci alpino

GS maschile Val d’Isere (Fra): vince Odermatt quarto Aliprandini

(Getty Images)

Per domenica 12 dicembre è previsto lo slalom, con partenza alle 9.30, diretta TV su Rai Sport ed Eurosport.

Redazione ITASportPress

Marco Odermatt mette in pista tutta la sua classe aggiudicandosi il gigante maschile di Coppa del mondo in Val d’Isere, con il tempo di 2’12”31. Lo svizzero, alla terza vittoria stagionale, ha regolato di 59 centesimi il padrone di casa francese Alex Pinturault. Terzo posto per lo svizzero Manuel Feller, che non saliva sul podio nel massimo circuito dal 2018 a Garmisch, attardato di 1”24.

L’Italia registra con soddisfazione il quarto posto di Luca De Aliprandini, al suo miglior risultato in carriera in Coppa del mondo, con 1″31 di svantaggio rispetto a Odermatt, ma a solamente 7 centesimi dal podio. Una buonissima gara da parte del trentino, costante nelle posizioni alte di classifica, che ha disputato due manches di alto livello, pagando solamente un errorino nel finale che gli ha fatto sfuggire quello che sarebbe stato il primo meritato podio in Cdm.

Tra gli altri azzurri qualificati per la seconda manche, Giovanni Borsotti ha chiuso in 18esimo, mentre Alex Hofer è giunto 21esimo, recuperando ben nove posizioni rispetto alla prima manche di gara. Riccardo Tonetti ha pagato un errore a metà discesa, che lo ha costretto a tornare indietro per recuperare una porta, concludendo la sua prova al 28esimo posto.

Non erano riusciti a superare il taglio del mattino Filippo Della Vite 44esimo e Giovanni Franzoni 45esimo. Non aveva terminato la prima manche Hannes Zingerle.

La classifica generale vede al comando Odermatt a 446 punti, seguito da Matthias Mayer a 310 punti e Aleksander Kilde a 229.

Le parole dei protagonisti:

“Sono andato molto bene, non solo per i 7 centesimi dal podio – ha esordito De Aliprandini -, il mio obiettivo è quello di ogni gara essere costanti in top cinque, perché solo con la continuità si possono costruire risultati. Sono felice perché a Soelden ero partito ottavo e non ero al 100%, oggi non recrimino per i centesimi che mi separano dal podio ma per l’errore nella prima manche. E’ un’ iniezione di fiducia in vista delle gare di casa. La pista mi piaceva molto, non era ghiacciata come negli altri anni anche più difficile del normale come adattamento quindi un buon segnale, non solo come materiali, ma anche per il mese di allenamento dopo Soelden in cui abbiamo fatto blocchi di lavoro più lunghi del normale e…il lavoro ha pagato”

“E’ stata la mia prima convocazione stagionale in Coppa del mondo – ha raccontato Hofer -, sono contento della qualificazione alla seconda manche, anche se le condizioni della pista erano veramente ottime e avrei potuto fare qualcosina di più”.

“E’ la mia pista preferita – ha proseguito Borsotti -, perché molto tecnica e da aggredire ma, sia nella prima che nella seconda manche, non ho avuto buone sensazioni. Peccato perchè arrivavo da un periodo in cui esprimevo al meglio la mia sciata, aldilà di tutto porterò questa delusione in Badia per cercare il risultato”.

“Ho fatto un errore con lo sci interno – il commento di Tonetti -, ho cercato di lasciar andare la curva ma ho preso dentro lo scarpone: errore mio. La seconda manche ero partito abbastanza bene, potevo fare qualcosa in più da lì in giù ma è andata così. Mi porto a casa una buona prima manche e cercheremo da settimana prossima, con le gare in casa, di fare meglio”.

Per domenica 12 dicembre è previsto lo slalom, con partenza alle 9.30, diretta TV su Rai Sport ed Eurosport.

 (Getty Images)
tutte le notizie di