Addio a Lauda, le sue frasi più celebri

Addio a Lauda, le sue frasi più celebri

L’ex pilota è deceduto nella giornata odierna

di Redazione ITASportPress

Niki Lauda se ne è andato. L’ex pilota tre volte campione del mondo è scomparso nella giornata odierna, martedì 21 maggio, otto mesi dopo aver subito un trapianto di polmone. L’austriaco era ricoverato in una clinica privata in Svizzera per alcuni problemi ai reni, ma niente lasciava presupporre un imminente decesso. Una morte che ha scoinvolto l’intero mondo dei motori, commosso nel suo ricordo. E Marca, in queste ore, ha voluto affidare il saluto a Lauda ricordandone alcune delle frasi più celebri e provocatorie, in conformità a quello che era il suo carattere.

  • “Preferisco avere il mio piede destro piuttosto che un bel viso” (relativo al suo aspetto fisico)
  • “Le attuali macchine della Formula 1 potrebbero pilotarle anche degli scimpanzé” (a causa dell’importanza eccessiva dell’elettronica)
  • “Quando vedo ciò che vince Michael Schumacher, mi maledico per non essere nato dieci anni dopo” (confrontando il suo stipendio con quello del tedesco)
  • “Alain Prost era un cane, ma Fernando Alonso è molto peggio” (relativo alla poloemica nel 2007 tra lo spagnolo ed Hamilton alla McClaren)
  • “L’unica vittoria importante in questo business è quando lasci il paddock vivo” (in diverse interviste)
  • “Ho provato solamente una volta una sensazione analoga a quella dell’incidente del Nurburgring: quando ho fumato della marijuana” (per il film Rush)
  • “Ho avuto un incidente e questa è la mia scusa per essere brutto, la maggior parte delle persone invece non ne ha una motivazione”
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy