F1, Hamilton: “Rapinati uomini della Mercedes. Puntata pistola alla testa”

F1, Hamilton: “Rapinati uomini della Mercedes. Puntata pistola alla testa”

Il pilota britannico: “Succede ogni anno, team e F1 devono fare di più”

di Redazione ITASportPress

Grande paura ieri sera a poche centinaia di metri dall’ingresso del circuito di Interlagos in Brasile, per i tecnici di alcuni team e per i responsabili dell’ufficio stampa della Fia, che a bordo di tre auto stavano rientrando in albergo. Alcuni rapinatori armati hanno accerchiato i mezzi, ma due di questi sono riusciti a sfuggire all’agguato. I banditi sono invece riusciti a rompere i vetri della terza auto, dove erano presenti i meccanici della Mercedes. Le pistole sono state puntate anche alla testa di alcune delle persone presenti. C’erano anche membri della Williams.

Lewis Hamilton, pilota del team tedesco, si è sfogato su Twitter: “Alcuni uomini della mia squadra sono stati rapinati e sono stati esplosi dei colpi di pistola ieri sera lasciando il circuito qui in Brasile. Questo è sconvolgente. Prego per i miei ragazzi che sono professionisti e adesso sono scossi da questa vicenda. Accade ogni anno qui. La F1 e le squadre devono fare di più, non c’è scusa!”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy