Ferrari, istanza di revisione per la penalità a Vettel nel GP del Canada: “Nuove prove sul caso”

La scuderia di Maranella si affida al right of review

di Redazione ITASportPress

Nuovo capitolo della vicenda Vettel-Hamilton nel recente Gp del Canada. Il ferrarista era stato penalizzato di 5” per un rientro in pista considerato pericoloso. Penalità che, di fatto, gli è costata la vittoria finale in favore dell’inglese della Mercedes.

Dopo aver annunciato di non voler ricorrere in appello, il team di Maranello ha deciso, secondo quanto riporta Sky, di presentare istanza di revisione, ovvero di avvalersi dell’articolo 14.1.1 del Codice Sportivo internazionale, e richiedere una revisione del caso alla FIA ​​sulla base di nuove prove raccolte. Il Codice Sportivo Internazionale, infatti, offre la possibilità di rivedere le decisioni prese portando nuovi elementi che non erano disponibili al momento in cui era stato preso il provvedimento. La Ferrari, per agire, avrà tempo fino alla prossima gara in programma nel fine settimana a Le Castellet, in Francia, il weekend 21-23 giugno.

Il tutto si basa sul diritto di revisione, right of review, previsto dal codice sportivo al punto 14.1.1. Chi ha subito una sentenza non può appellarsi, dunque, ma se ritiene di avere in mano degli elementi che non sono stati utilizzati per giudicare, può presentarli alla FIA. In questo caso, quindi, la Ferrari consapevole che l’appello sarebbe stato da regolamento rigettato, ha raccolto tutte le evidenze del caso e le presenterà al Tribunale di revisione con l’intenzione non di arrivare allo scontro con la Federazione o battagliare sulla decisione presa dagli steward, ma di aiutare la stessa FIA a rivedere regola e procedura. Toccherà poi alla Federazione decidere se cambiare la regola ed eventualmente rendere retroattiva la decisione.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy