Nuoto, quattro anni di squalifica per Magnini e Santucci

Nuoto, quattro anni di squalifica per Magnini e Santucci

L’ex nuotatore pesarese ritenuto colpevole di uso o il tentato uso di sostanze dopante

di Redazione ITASportPress

Filippo Magnini è stato squalificato per quattro anni dalla prima sezione del Tribunale Nazionale antidoping, presieduta da Adele Rando.

Questo il verdetto uscito dalle stanze dello stadio Olimpico, dove l’ex bi-campione del mondo dei 100 stile libero è stato ritenuto colpevole di aver violato l’articolo 2.2 del codice Wada, che punisce l’uso o il tentato uso di sostanze dopante.

Non accolta la proposta del procuratore Pierfilippo Laviani, che aveva chiesto una squalifica di 8 anni per l’ex nuotatore pesarese, ritiratosi dall’attività nel dicembre 2017. Magnini è stato infatti assolto dalle accuse di somministrazione o tentata somministrazione e favoreggiamento.

Stessa condanna per Michele Santucci.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy