Organi ciclista Demotié salvano vita a tre persone

Lo ha confermato il compagno di squadra Gaetan Bille tramite Twitter

di Redazione ITASportPress

La morte tragica del ciclista belga Antoine Demoitié, 25enne corridore della Wanty-Groupe Gobert, investito da una moto in seguito ad una caduta durante la classica Gent-Wevelgem, ha sconvolto il mondo del ciclismo. Diversi corridori, ma anche l’Associazione dei ciclisti ha chiesto che si faccia luce al più presto sulla dinamica dell’incidente e sulle eventuali responsabilità. I familiari hanno acconsentito alla donazione degli organi dello sfortunato ciclista deceduto ieri che sono serviti a salvare la vita di tre persone. Lo ha confermato il compagno di squadra Gaetan Bille tramite Twitter:

 

 

 

 

PARLA IL TM– Il team manager della Wanty-Groupe Gobert, Hilaire van der Schueren, ha chiarito alcune cose accadute prima e dopo l’incidente: “Antoine mi ha chiamato via radio per chiedermi delle bottiglie. Queste sono state le sue ultime parole. Mi sono avvicinato a lui in corsa e ho dato l’acqua. Successivamente ho chiesto al commissario di passare il gruppo e dopo pochi secondi si è verificato l’incidente. Il nostro meccanico è stato il primo a vedere Antoine e mi ha chiamato subito. In quel momento ho pensato che fosse morto, ma l’ambulanza era lì, e lo ha trasportato in ospedale. La speranza è finita alla mezzanotte, nel momento in cui gli organizzatori mi hanno chiesto i recapiti della sua famiglia. In quel momento ho capito che era successo qualcosa di molto grave “.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy