Pallanuoto: Spagna affondata e il Settebello stratosferico è campione del Mondo

Pallanuoto: Spagna affondata e il Settebello stratosferico è campione del Mondo

Medaglia d’oro per l’Italia in Corea

di Redazione ITASportPress
medaglia d'oro al Settebello

Nella piscina della Nambu University di Gwangju, l’Italia batte la Spagna 10-5 nella finale del Mondiale coreano e conquista la medaglia d’oro. Un Settebello devastante oggi in attacco e in difesa con gli spagnoli in difficoltà per almeno tre tempi. Solo nel primo parziale si è registrato un equilibrio poi l’Italia ha impedito agli avversari di segnare in superiorità e uomini pari facendo perdere la bussola con una difesa a zona. In attacco gli azzurri hanno spadroneggiato segnando da ogni posizione. Vittoria stratosferica e stesso risultato della finale mondiale di Roma con Campagna in acqua in quella circostanza. Per il Settebello è  il quarto titolo iridato della sua storia dopo il 1978, 1994 e 2011.

CRONACA – Primo tempo di assoluta parità tra le due squadre con l’Italia sempre puntuale in attacco. Sfonda Luongo poi Perrone fa 1-1. Echeniche porta di nuovo in vantaggio il Settebello, ma c’è ancora la risposta di Perrone per il 2-2 definitivo. Nel secondo parziale invece azzurri scatenati con palleggio di qualità e bordate dalla distanza di Figlioli, Dolce e Renzuto Iodice. Italia sul 5-2 che sciupa alcune occasioni per portarsi a +4. La Spagna accorcia con un rigore di Figari. Parziale di 3-1 che porta il punteggio sul 5-3 per gli azzurri a fine secondo tempo. Matteo Aicardi al terzo tempo porta l’Italia sul 6-3. Lo schieramento difensivo a “M” ha dato tanto fastidio agli spagnoli che faticano a trovare la via della rete. Vincenzo Dolce dalla lunghissima distanza ha battuto il portiere della Spagna per il massimo vantaggio azzurro dell’incontro. La cavalcata di Francesco Di Fulvio è micidiale e l’azzurro firma il 7-3 per una Italia devastante a metà del terzo tempo. Squadra concentratissima con il ct. Campagna grande direttore d’orchestra in panchina. La Spagna ha un sussulto e segna con l’uomo in più Mallarach portandosi sull’8-4. Punteggio che chiude il terzo tempo. Ultimi otto minuti di match con Stefano Luongo che beffa il portiere e con un tiro velenoso segna e porta l’Italia sul 9-4. Diagonale di Mallerach per il 9-5. Poi il 10-5 spettacolare di Bodegas ha chiuso l’incontro. Festa azzurra che torna a vincere un Mondiale dopo 8 anni. 

Tabellino

SPAGNA-ITALIA 5-10

SPAGNA: Lopez Pinedo, Munarriz 1 rig., Granados, De Toro, Cabanas, Larumbe, Barroso, Fernandez, Tahull, R. Perrone 2, Mallarach 2, Bustos, Lorrio. All. Martin Lozano.

ITALIA: Del Lungo, Di Fulvio 1, Luongo 2, Figlioli 1, Di Somma, Velotto, Renzuto 1, Echenique 1, Figari, Bodegas 1, Aicardi 1, Dolce 2, Nicosia. All. Campagna.

ARBITRI: Margeta (Slo) e Goldenberg (Usa). NOTE: sup. num. Spagna 16 (2), Italia 6 (4); usciti 3 f. Di Somma e Figari nel 4° tempo. Ammonito Campagna per proteste.

ALTRE FINALI – 3° posto: Croazia-Ungheria 10-7; 5° posto: Serbia-Australia 13-9. 7° posto: Grecia-Germania 11-6.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy