ITA Sport Press
I migliori video scelti dal nostro canale

Sci alpino

Sofia Goggia trionfa ancora nella discesa libera di Lake Louise

(Getty Images)

Nella classifica di Coppa del Mondo guida sempre la Shiffrin con 368 punti davanti a Petra Vlhova (340), Sofia Goggia è risalita al terzo posto (215)

Redazione ITASportPress

Sofia Goggia vince nuovamente la discesa libera di Lake Louise. La partita bergamasca come ieri con il pettorale numero 5 - ha chiuso in 1’48”42 e come ieri dietro di lei c’è la statunitense Breeze Johnson, seconda a 84/100. E sotto il secondo di distacco c’è anche Corinne Suter, la campionessa del mondo di discesa a Cortina è terza a 98/100. Lontana dalle migliori anche Mikaela Shiffrin, che ha rischiato sul finale ed è finita a 3”44. È il decimo trionfo in discesa per la Goggia (solo la Gut tra le sciatrici in attività ne ha vinte di più, 11), il tredicesimo in Coppa del Mondo, un altro passo avanti tra le plurivincitrici azzurre: davanti ci sono solo Federica Brignone e Deborah Compagnoni (16) e Isolde Kostner (15).

Le parole di Sofia Goggia dopo la vittoria nella seconda discesa di Lake Louise. “E’ stata una gara disputata in condizioni totalmente diverse rispetto a venerdì. La pista era forse più bella perche è stata ben lisciata, ma con una visibilità del genere era più difficile leggere il terreno. Infatti già alla terza curva non sono riuscita a tirarla bene, tanto che qualche decimo l’ho lasciato per strada, poi ho controllato altre porte per non commettere errori. Sono stata brava da metà in giù. E’ la mia sesta vittoria consecutiva in discesa con l’infortunio di Garmisch in mezzo, sono molto contenta soprattutto perchè Lake Louise non è un tracciato che si addice così tanto alle mie caratteristiche, ma quest’anno è un po’ più mossa. Non mi aspettavo due risultati del genere alla vigilia, mi sentivo sicuramente fra le candidate alla vittoria ma non così tanto. A Copper in allenamento facevo fatica, tuttavia quando c’è da tirare le curve in questa maniera sono brava. Adesso parte la sfida al supergigante, perchè il vero passo verso l’alto sta in quella disciplina, ho già dimostrato in passato di avere vinto due discese consecutive e poi essermi perduta in supergigante come a Val d’isère, St. Anton e Crans Montana. Diciamo che è la mia nuova sfida, sto consolidando la mia capacità, i distacchi rifilati in questi due giorni sono tanti, però mi aspetto che le avversarie crescano, ad ogni gara si riparte da zero”. Con dieci vittorie in discesa, Sofia è a soli due trionfi da Isolde Kostner: “Non faccio paragoni di questo tipo, apparteniamo a due generazioni diverse. Cerco semplicemente di dare il mio meglio in ogni situazione, i conti li faremo a fine carriera”.

 (Getty Images)
tutte le notizie di