Tennis, 2018 ricco di appuntamenti. Ecco da dove ripartiranno i big

Tennis, 2018 ricco di appuntamenti. Ecco da dove ripartiranno i big

Già sale l’acquolina in bocca in vista degli appuntamenti di apertura del calendario Atp 2018

di Redazione ITASportPress

Ancora pochi giorni e l’attesa del popolo di appassionati del tennis finirà. E al contempo sale l’acquolina in bocca in vista degli appuntamenti di apertura del calendario Atp 2018, nella prima settimana del nuovo anno, con l’atteso rientro di numerosi big da tempo assenti dalle competizioni. In tal senso un gustoso antipasto è rappresentato dal “Mubadala World Tennis Championship”, la ricca esibizione in scena ad Abu Dhabi dal 28 al 30 dicembre, che quest’anno vede protagonisti, a riprendere confidenza con i match, i due top ten Dominic Thiem e Pablo Carreno Busta, ma soprattutto Novak Djokovic, fermo da Wimbledon per l’infortunio al gomito destro.

Dopo il sopraggiunto forfait del numero uno del mondo Rafael Nadal (nel dicembre 2016 lo spagnolo ha portato a casa il suo quarto trofeo), che si è aggiunto a quelli di Stan Wawrinka e Milos Raonic, altri due big che hanno chiuso in anticipo la stagione 2017 e hanno preferito far slittare il ritorno in campo, il cast di partecipanti negli Emirati Arabi è completato dal sudafricano Kevin Anderson, lo spagnolo Roberto Bautista Agut e il Next Gen russo Andrey Rublev. Ecco perché gli sceicchi sono corsi ai ripari organizzando in extremis per sabato 30 il match d’esibizione fra Serena Williams – alla prima uscita dagli Australian Open a fine gennaio, dopo maternità il 1° settembre e matrimonio il 15 novembre – e Jelena Ostapenko, numero 7 Wta e regina dell’ultimo Roland Garros, confronto che segnerà l’esordio del tennis femminile in seno al “Mubadala World Tennis Championship”.

Ecco allora, sulla base delle entry list, come scatterà il 2018 nel circuito maschile (senza dimenticare la Hopman Cup, tradizionale kermesse per nazioni targata ITF, che vedrà in campo a Perth tra gli altri Roger Federer, Alexander Zverev e Jack Sock).

NADAL E DIMITROV A BRISBANE, DOVE RIENTRA MURRAY – A guidare il seeding sarà Rafael Nadal, alla seconda partecipazione di fila nel torneo australiano. Il maiorchino avrà come principale rivale sulla carta il bulgaro Grigor Dimitrov, campione in carica, che ha iniziato proprio dal torneo australiano la miglior stagione della sua carriera culminata col titolo di “Maestro” a Londra. Tanti occhi saranno comunque puntati sui ritorni, a cominciare da quello di Andy Murray, assente dal circuito da Wimbledon, che proverà a centrare il tris nella regione del Queensland dopo i successi nel 2012 e 2013. Rientro agonistico anche per il campione del 2016 Milos Raonic e Nick Kyrgios, alla sua seconda apparizione a Brisbane in assoluto, la prima in cinque anni, mentre ha dovuto rinunciare il finalista della passata edizione Kei Nishikori, ancora alle prese con problemi al polso.

DJOKOVIC SCEGLIE DOHA PER IL RITORNO NEL CIRCUITO – Sceglie di ripartire dal Golfo Arabo, sul cemento di Doha, invece Novak Djokovic, per il quarto anno di fila uno dei protagonisti più attesi sul cemento del “Qatar ExxonMobil Open” (un Atp World Tour 250 solo di nome visto il ricchissimo montepremi). Il serbo andrà a caccia del tris dopo i successi del 2016 e 2017, anche se la concorrenza non manca: in cima al seeding sarà Dominic Thiem, seguito dall’altro top-10 Pablo Carreno Busta, dal campione del 2012 Jo-Wilfried Tsonga, dal finalista del 2015 Tomas Berdych e Albert Ramos.Iscritti anche Richard Gasquet, gli spagnoli Fernando Verdasco (nel 2017 semifinalista a Doha, sprecando match point contro Djokovic) e Feliciano Lopez, il Next Gen russo Andrey Rublev e due italiani: Paolo Lorenzi, che non vince un match dagli US Open, e Thomas Fabbiano.

TRA I BIG SOLO CILIC RIPARTE DALL’INDIA – E’ invece il croato Marin Cilic, numero 6 del ranking mondiale, l’unico top ten nella entry list del terzo torneo maschile nella settimana di apertura della stagione, ovvero quello indiano di Pune, città che subentra a Chennai. Sarà chiamato a difendere il titolo lo spagnolo Roberto Bautista Agut, numero 20 Atp, mentre non ci sarà il finalista 2017 Daniil Medvedev. Iscritto invece il finalista degli Us Open Kevin Anderson, numero 14 del ranking.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy