TENNIS, sorteggio del tabellone delle italiani e degli italiani

di Redazione ITASportPress

Sono quattro gli azzurri nel main draw di Wimbledon, terzo Slam della stagione al via lunedi’ sui campi in erba dell’All England Lawn Tennis Club. Il sorteggio peggiore è toccato a Simone Bolelli, che ha pescato subito il giapponese Key Nishikori, quinto favorito del seeding. Primo turno difficile anche per Paolo Lorenzi, che affrontera’ il ceco Jiri Vesely (nessun precedente). E’ andata decisamente meglio ad Andreas Seppi, 25esima testa di serie, chiamato ad esordire contro la wild card britannica Brydan Klein, e a Fabio Fognini, 30esima testa di serie, che trova al primo turno lo statunitense Tim Smyczek.

Sono sei, invece, le azzurre. C’è subito un derby tricolore al primo turno, quello tra Sara Errani, 19esima testa di serie, e Francesca Schiavone: uno pari il bilancio dei precedenti, entrambi disputati sulla terra, con la 28enne romagnola che sull’erba londinese non è mai andata oltre il terzo turno (2010 e 2012) mentre la 35enne milanese è stata l’ultima azzurra capace di arrivare nei quarti nel 2009 (ed ancora negli ottavi nel 2012). La vincente di questo match incontrerà al secondo turno la vincente della sfida tra Roberta Vinci e la neozelandese Marina Erakovic: la 32enne tarantina si è aggiudicata l’unico precedente, giocato proprio a Wimbledon nel secondo turno del 2012. Sorteggio tosto per Flavia Pennetta, 24esima testa di serie, che a Londra ha raggiunto per tre volte gli ottavi (2005, 2006 e 2013): la 33enne brindisina dovrà vedersela con la kazaka Zarina Diyas. Più agevole – ovviamente sulla carta – il primo turno per Camila Giorgi che proprio sull’erba, quella olandese di ‘s-Hertogenbosch, due settimane fa, ha conquistato il suo primo titolo Wta: per lei esordio contro la brasiliana Teliana Pereira. Infine Karin Knapp, capace due anni fa di arrampicarsi fino agli ottavi (quarto turno), dovrà vedersela con la slovacca Magdalena Rybarikova. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy