Sci alpino

Val d’Isère, Goggia inarrestabile: settimo successo consecutivo in discesa

(Getty Images)

Il programma gare in Val Gardena continuerà con il supergigante fissato per domenica 19 dicembre alle ore 11.00, in diretta Tv su Rai 2, Raisport ed Eurosport.

Redazione ITASportPress

Ennesima straordinaria prova di forza stagionale per Sofia Goggia che si è presa la vittoria anche nella discesa di Coppa del mondo femminile in programma in Val d’Isère. La campionessa bergamasca al settimo successo consecutivo in discesa, ad un anno esatto dalla prima affermazione ottenuta proprio sulla pista francese, si è nuovamente ripetuta con grande classe, fissando il cronometro sull’ 1’41”71. La 29enne atleta delle Fiamme Gialle ha sbaragliato la concorrenza delle avversarie, dominando la competizione e consolidando sempre più la sua posizione alla testa della classifica di specialità. Il quindicesimo successo in carriera, l’undicesimo in discesa, le consente di salire sul podio delle azzurre più vincenti di sempre, agganciando al terzo posto il mito Isolde Kostner, dietro solamente a Deborah Compagnoni e Federica Brignone, rispettivamente a 16 e 17 vittorie. Alle spalle dell’azzurra la statunitense Breezy Johnson, al settimo podio in discesa nel massimo circuito, attardata di 27 centesimi e l’austriaca Mirjam Puchner, per la terza volta sul gradino più basso del podio in questa stagione, con 91 centesimi di distacco.

Ma non finisce alla quarta affermazione stagionale della Goggia l’ottima giornata per i nostri colori, grazie ai piazzamenti di Nadia Delago ed Elena Curtoni che portano a tre il numero delle nostre atlete in top 10. L’altoatesina ha ottenuto l’ottavo posto, a 1”45 dalla testa della classifica, accompagnato dal nono posto della Curtoni. Appena fuori dalle prime dieci, in 11esima posizione, Federica Brignone mentre Francesca Marsaglia è 16esima e Marta Bassino ha terminato in 22esima posizione. Più attardata Roberta Melesi, 42esima . Out invece Nicol Delago.

Approfittando dell’assenza di Mikaela Shiffrin, Sofia Goggia è balzata in testa alla classifica generale con 535 punti, davanti proprio all’americana, ferma a 525. Terza posizione appannaggio di Petra Vhlova, anch’essa assente, a quota 340. Classifica di specialità che vede sempre Goggia al comando a 300 punti, seguita da Breezy Johnson a 240 e Mirjam Puchner con 152 punti.

Le parole delle azzurre protagoniste della discesa femminile di Val d’Isère.

Sofia Goggia: “Una gara diversa dalle altre che sapevo sarebbe stata ostica, perché ci sono 40″ di piano, e quando scio sotto i 100 km/h faccio un po’ fatica. Superato quel momento mi sono detta che avrei potuto fare una grande gara. Non ho sciato forse benissimo, ma ci ho messo un cuore enorme cercando sempre di spingere le curve, e mantenere le consegne che mi avevano dato i miei allenatori in partenza. Ho vinto la gara per la voglia di portarla giù e per il coraggio. Sapevo che il mio tempo sarebbe bastato per il podio, ma ho aspettato ad esultare fino alla discesa della Puchner, perché nelle prove è sempre stata molto veloce. Vedendo anche la Johnson come ha tenuto il mio passo sulle curve mi aveva dato da pensare. Sono contenta, sia per aver contenuto il distacco anche nella parte in cima, sia perché avevo una tensione addosso che ho mascherato a tutti. Ero convinta di aver poco margine e dovevo dare quel qualcosa in più. La classifica generale? Siamo al 20 dicembre non guardo a queste cose. Sono molto contenta perché è la mia settima vittoria consecutiva e tutto è partito un anno qua, proprio su questa pista. Penso di essere molto ben tarata, concentrata e abbiamo lavorato benissimo sul set up quest’estate. Sci ottimi, scarponi anche, allenatori che mi danno ottime indicazioni e fisicamente mi sento più solida e prestante. La mia molla è che il cronometro riparte sempre da zero, perché quelle dietro spingono sempre per batterti e bisogna sempre dare qualcosa di più”.

Elena Curtoni: “Sono abbastanza lontana da Sofia, ho fatto qualche errore di troppo. Ho sbagliato all’ingresso del bosco e dopo nelle tre singole, non sono riuscita a spingere e a prender velocità come volevo, perdendo un po’ di tempo. La sciata sta arrivando anche in discesa, devo star tranquilla, unire i pezzettini, perché so che ci sono e arriverà il meglio. Domani c’è il superg, la pista è bellissima e c’è solo da sciare al massimo che si può”

Nadia Delago: “E’ stata una bella gara, con un tempo ed una pista fantastica. Mi dispiace un po’ per quei due centesimi, però alla fine son contenta di come ho sciato. Ho sbagliato un po’ la Salomon, finendo leggermente lunga, però dopo penso di aver sciato abbastanza bene”.

 

 (Getty Images)
tutte le notizie di