Barcellona, Bartomeu: “Guardiola? Per lui le porte del Barça sono sempre aperte. Sul mercato…”

Barcellona, Bartomeu: “Guardiola? Per lui le porte del Barça sono sempre aperte. Sul mercato…”

“Vidal? Non è previsto nessun movimento a gennaio ma…”

di Redazione ITASportPress

Dopo le parole rilasciate alle emittenti spagnole nelle scorse ore, torna a parlare Josep Maria Bartomeu, presidente del Barcellona. Lo fa ai microfoni di Repubblica trattando diversi temi d’attualità. Dal futuro di Messi, al mercato di gennaio, fino alla sfida di Champions League contro l’Inter e al futuro tecnico blaugrana con un possibile ritorno di Pep Guardiola.

MESSI – Fresco vincitore del Pallone d’Oro, Lionel Messi è un patrimonio del Barcellona. In tanti si chiedono quando La Pulce dirà basta o deciderà, magari, di provare un’altra esperienza. Sul tema, Bartomeu non ha dubbi: “Noi tifosi del Barça abbiamo la fortuna di goderci Messi ogni tre giorni. Non ci sono più aggettivi per definirlo. Leo è impossibile da sostituire e, quando non ci sarà più, saremo costretti a giocare in maniera diversa. Non posso dire che stiamo già preparando il post-Messi, però, è vero che già da tempo abbiamo deciso di scommettere su calciatori giovani. In ogni caso adesso dobbiamo solo godercelo. Prima di concludere il mio mandato mi piacerebbe fargli un contratto vitalizio come abbiamo già fatto con Iniesta. Si è guadagnato il diritto a decidere quando dire basta. Messi è il numero 1 e lo capiremo appieno solo tra qualche anno, perché Leo ha cambiato non solo la storia del Barça, ma quella del calcio mondiale”.

INTER E MERCATO – Da Messi alla Champions League, o meglio agli affari col prossimo avversario: l’Inter. “Lautaro? Quello che posso dire è che all’Inter sta giocando benissimo e non è l’unico ad avermi impressionato. Non è un caso se i nerazzurri sono in testa alla classifica nel campionato italiano”. “Vidal? Non è previsto nessun movimento a gennaio. Abbiamo una rosa equilibrata: non ci manca niente, ma non possiamo nemmeno permetterci di perdere qualcuno. Se un calciatore manifesta la volontà di essere ceduto? Mi è già capitato ma mai a gennaio, ma a fine stagione. In alcuni casi li abbiamo lasciati andare. Altre volte li abbiamo convinti a restare”.

NEYMAR – Sempre in tema di mercato, impossibile non parlare di Neymar: “È arrivato il Psg con un assegno e c’è stato poco da fare. Quando parlai con lui capii che aveva molti dubbi. La scorsa estate è stato Leonardo a dire che Neymar era sul mercato e noi ci abbiamo provato, ma a quelle condizioni era impossibile”.

ALLENATORE – Spesso accostato al al Barcellona, anche il nome di Pep Guardiola fa parte della storia recente blaugrana e, chissà, magari anche di quella futura: “Un possibile ritorno di Guardiola? Non dipende da me. È stato Pep a decidere di andare via, ma per lui le porte del Barça sono sempre aperte”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy