Barcellona, l’ex Deulofeu: “È stata dura sopportare l’etichetta di nuovo Messi”

Barcellona, l’ex Deulofeu: “È stata dura sopportare l’etichetta di nuovo Messi”

L’ex Milan ha parlato anche dell’esperienza in rossonero, la più felice della sua vita calcistica

di Redazione ITASportPress

Parole importanti di Gerard Deulofeu, che ai microfoni del Mundo Deportivo ha rivissuto un po’ tutta la sua carriera, dalla crescita nella Cantera del Barcellona fino al Milan, al ritorno in blaugrana e all’esperienza attuale al Watford, in Inghilterra. “È stato difficile combattere l’etichetta che mi era stata assegnata di ‘nuovo Messi’, ma per alcuni questi paragoni illustri fanno bene – ha commentato in riferimento alle sue prime volte al Barcellona da ragazzo -. È normale che al Barça, essendo il top, c’è molta pressione. Bisogna stare attenti con i paragoni, dobbiamo avere tutti pazienza con i ragazzi”.

ULTIMI ANNI – Particolarmente redditizia l’avventura al Milan: “È stato il mio periodo più felice – ha commentato Deulofeu -, mi sono sentito molto amato, ho goduto il calcio fino in fondo. Si erano fin da subito fidati di me e del mio gioco”. Poi, il ritorno a Barcellona: “Non ho avuto il minutaggio che pensavo, ho solo collezionato qualche presenza in più dopo l’infortunio a Dembélé. Io, lo sapete, ho bisogno di giocare per essere felice, non posso rimanere a lungo in panchina”. Il Watford sta facendo una super Premier: “Per essere lì, settimi, dopo le 6 big d’Inghilterra bisogna essere molto continui”. Il Milan lo ha cercato a gennaio: “Mi ha fatto piacere, la porta non la chiudo, ma ora sono concentrato sul Watford”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy