Barcellona, l’ex Rivaldo ne ha per tutti: Coutinho, Messi, Neymar e Arthur

Barcellona, l’ex Rivaldo ne ha per tutti: Coutinho, Messi, Neymar e Arthur

Interessante intervista al brasiliano: “Leo merita un Pallone d’oro che valga per sempre”. E sul classe ’92 del Psg: “Deve tornare in blaugrana se vuole essere il migliore”. Poi: “Io nemmeno a 47 anni perdere palla a centrocampo nel Barça”

di Redazione ITASportPress

Al Barcellona dal 1997 al 2002, Pallone d’oro nel 1999. Bastano questi due indizi per individuare Rivaldo, brasiliano classe ’72, che ha parlato a Radio Catalunya dopo la vittoria dei blaugrana in Champions League contro il Manchester United. “L’esultanza di Coutinho dopo il gol non mi è piaciuta, però lui sì: non voglio che lasci il Barça, anzi vorrei vederlo segnare sempre più gol per diventare un idolo del club. Deve avere più fiducia in se stesso, si preoccupa troppo della stampa e dell’ambiente”.

MESSI – L’ex Milan, fra le altre, ha parlato anche di Leo Messi: “Con lui in campo, anche io avrei fatto molto di più di quello che ho raggiunto con il Barcellona. Credo che per quello che sta facendo in questa stagione meriti il Pallone d’oro, potrebbero assegnargliene uno speciale che vale per sempre”.

NEYMAR – Dopo Coutinho, un altro brasiliano di cui parla Rivaldo: “Sarebbe meglio che torni al Barcellona, dev’essere il migliore del mondo. Per me il Psg è una grande squadra, ma è in Spagna che Neymar ha più possibilità di essere il migliore fra tutti”.

ARTHUR – Rivaldo ha commentato un altro giocatore del team di Valverde: “Arthur lo considero un gran giocatore, ma dovrebbe osare un po’ di più, cercare di gettare più palloni possibili in profondità. Nemmeno io a 47 anni perderei un pallone nel centrocampo del Barcellona”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy