Barcellona, Suarez: “Nessuno mi ha detto che devo andare via. Pronto ad andare in panchina. Su Messi…”

Il bomber blaugrana tra presente e futuro

di Redazione ITASportPress
Suarez

Il Barcellona si prepara ad una rivoluzione che potrebbe coinvolgere diversi giocatori della prima squadra, sentatori compresi. Se da una parte il futuro di Messi continua ad essere incerto, lo stesso si può dire di tanti altri big, compreso Luis Suarez. Il centravanti uruguaiano è stato accostato all’Ajax di recente oltre che alla MLS, ma è lo stesso bomber a fare chiarezza sul futuro. Parlando a El Pais, il Pistolero si è detto pronto anche ad andare in panchina per il bene della squadra blaugrana.

Suarez: “Pronto a fare panchina se necessario”

Suarez
Suarez (getty images)

“Nessuno nel club mi ha detto che vogliono fare a meno di me”, ha esordito subito Suarez relativamente alle voci di un suo presunto addio al Barcellona. “Voglio il meglio per la squadra e la mia intenzione è quella di continuare. Ho sentito il sostegno della gente da quando sono arrivato e questo mi motiva molto per andare avanti. La nostra situazione come il Real Madrid quando è stato eliminato dall’Ajax? Non mi piace fare paragoni, ma ricordo che in quel momento dicevano che Kroos e Modric dovevano andare via. Che Sergio Ramos era stato disastroso e cose simili. L’anno dopo, invece, sono tornati ad essere dei fenomeni. Ecco. Ero prima una grande squadra e lo sono stati ancora. Quando ci sono delle sconfitte succede sempre così. Penso che a volte manchi coerenza, pazienza e memoria delle vittorie che sono avvenute”. “Il nostro 8-2 contro il Bayern? È stato uno di quei giorni in cui tutto è andato storto. Eravamo sopraffatti e non sapevamo come rimediare. Non cerco scusanti, ma è stato un anno particolare.

Sul futuro, da quello personale e quello di Messi: “Per me è un orgoglio essere amico di Leo. È una persona eccellente. Il nostro legame va oltre il calcio. Per tutta la mia carriera ho accettato di essere un sostituto. Non avrei problemi ad esserlo di nuovo. La competizione, quando è sana, è da accettare e se l’allenatore ritiene che devo andare in panchina non ho problemi”, ha commentato Suarez su un suo possibile ruolo di riserva.

 INCIDENTE PICCANTE PER LA COMPAGNA DI UN CALCIATORE

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy