Bartomeu torna sul caso Messi: “Ho dovuto difendere gli interessi del Barcellona. Era fondamentale ripartire con lui”

Il patron blaugrana torna a parlare a seguito del CdA delle scorse ore

di Redazione ITASportPress
Bartomeu

Josep Maria Bartomeu spiega le sue decisioni per il futuro e torna a parlare anche del caso che ha visto coinvolto l’attaccante argentino Lionel Messi. A seguito del CdA andato in scena nelle scorse ore, il numero uno del Barcellona ha commentato le vicende calde dell’ambiente blaugrana.

Bartomeu: “Ho difeso gli interessi del Barcellona trattenendo Messi”

Messi (getty images)

Nonostante si sia parlato di dimissioni, Bartomeu non pare essere turbato dai rumors e, anzi, affronta con serenità anche i temi più delicati: “Quando si è conclusa la scorsa stagione, era prioritaria la nomina di un nuovo allenatore per affrontare il mercato sportivo più atipico della storia”, ha detto il presidente. “Abbiamo dovuto rendere le nostre esigenze sportive compatibili con quelle economiche. Ringrazio Koeman per aver accettato in questa situazione. Lui è fermamente impegnato nel rinnovamento di cui la squadra aveva bisogno”.

E sulla grana Messi: “In quelle settimane ho dovuto difendere quella che era la linea migliore per il Barcellona, ovvero quella che prevedeva la permanenza di Lionel Messi, il miglior giocatore del mondo e della storia del calcio. Messi aveva un contratto in vigore, poiché era scaduta l’opzione di risoluzione unilaterale. E soprattutto: la priorità sportiva era lanciare un nuovo ciclo con Messi in squadra”. “Ho difeso gli interessi del club. Le decisioni dovevano essere prese e io l’ho fatto sapendo che tipo di reazione questo può provocare, ma mettendo sempre gli interessi del club al di sopra di ogni altra cosa”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy