Benfica, Lage ammette: “Braccialetto elettronico per controllare i giocatori”

Benfica, Lage ammette: “Braccialetto elettronico per controllare i giocatori”

Il tecnico dei portoghesi ha svelato un curioso retroscena

di Redazione ITASportPress

Situazione incandescente in casa Benfica. La sconfitta con il Porto dello scorso 24 agosto ha acceso gli animi nell’intero ambiente, con addetti ai lavori e tifosi che si sono chiesti come mai la formazione di Bruno Lage non vada in ritiro prima delle partite interne. A fornire una spiegazione, come riporta SportMediaset, è intervenuto in prima persona il tecnico dei portoghesi.

COPRIFUOCO – “C’è un coprifuoco. I calciatori indossano un braccialetto elettronico per il controllo del sonno. In questo modo gli permettiamo di restare nella loro casa con il loro cuscino e il loro materasso. L’unica eccezione avviene per le gare dopo gli impegni con le nazionali. Alcuni allenatori permettono ai loro giocatori di bere un bicchiere di vino alla vigilia delle partite e magari poi nelle tazzine di caffè dentro c’è il liquore: così bevono vino e whisky, ma sono in ritiro… La verità è che le partite si vincono o perdono in campo, non fuori”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy