Benitez: “Il ricordo di Kiev per il Liverpool sarà una motivazione aggiuntiva…”

Benitez: “Il ricordo di Kiev per il Liverpool sarà una motivazione aggiuntiva…”

Il tecnico ha parlato delle finali delle due massime competizioni europee

di Redazione ITASportPress

In una lunga intervista concessa al Mundo Deportivo, l’allenatore del Newcastle Rafa Benitez ha detto la sua riguardo alla finale di Champions League che sabato si giocherà fra Liverpool e Tottenham. Lui che, con i Reds, trionfò ad Istanbul contro il Milan nel 2005: “Penso che i ragazzi di Klopp potranno vincere, il ricordo del k.o. di Kiev dello scorso anno credo sarà una motivazione aggiuntiva per loro per far meglio al Wanda Metropolitano. Klopp sta facendo un ottimo lavoro, è una squadra che combatte e questo ai tifosi piace moltissimo. E i giocatori seguono volentieri il tedesco, perché sanno che con lui possono raggiungere traguardi importanti: Klopp ha molta passione verso il proprio lavoro e la trasmette, così la gente lo nota”.

Sul Tottenham: “Attenzione, da tempo quei ragazzi giocano insieme e Pochettino è stato bravissimo. Hanno qualità e fisicità per competere con chiunque. L’allenatore è riuscito a mettere insieme un buon gruppo di giocatori inglesi insieme ad altri di altre nazionalità e ha dato loro tutto: velocità, qualità, equilibrio. Non vincere la Champions sarebbe una delusione, così come per il Liverpool, ma essere arrivati così avanti nella competizione è già significativo”.

Sulle quattro finaliste inglesi fra Champions e Europa League: “In Inghilterra ci sono club che hanno maggiore potenza dal punto di vista economico e anche il buon numero di allenatori stranieri hanno consentito alle squadre di migliorarsi ancora di più. Io arrivai nel 2004 ed eravamo molto pochi”.

Sulla finale di Istanbul: “Per me è il trionfo più noto, e forse per ancora un po’ di tempo sarà ricordata come la finale più emozionante e sconvolgente della Champions League. Ci ha premiati la perseveranza, nostra e dei tifosi, che con passione non si arrendono mai. Quell’estasi con la vittoria ai rigori credo sia impareggiabile. La componente epica è una prassi per questa piazza? Merito della passione dei tifosi e delle difficoltà che nel tempo ha superato la città di Liverpool”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy