Berbatov senza peli sulla lingua: “Se il Manchester United vuole vincere bisogna essere dei ‘bastardi’…”

“Gli manca qualcuno ‘sporco’ nella squadra, qualcuno che possa mostrare aggressività”

di Redazione ITASportPress
Berbatov

Non fa giri di parole Dimitar Berbatov per parlare della sua ex squadra, il Manchester United. L’ex bomber, ai microfoni di Betfair, ha spiegato quale, secondo lui, sia la vera motivazione dietro le mancate vittorie dei Red Devils, in modo particolare dopo la semifinale di Coppa di Lega persa contro il Manchester City.

Berbatov: “Bisogna essere dei ‘ bastardi’”

Berbatov
Berbatov (getty images)

“A volte la pressione e le aspettative elevate possono arrivare ai giocatori, sopratutto quando devono fare quel passo in più decisivo per raggiungere una finale”, ha esordito Berbatov relativamente al k.o. dei Red Devils contro il Manchester City in Carabao Cup. “Lo United deve valutare cosa sta succedendo in queste partite importanti e provare a risolverlo. Vincere un trofeo è un grande passo nella giusta direzione e purtroppo hanno person un’altra occasione”.

Il motivo? Per l’ex bomber è semplice ed è da ritrovare nella ‘cattiveria’ dei calciatori: “A volte quando hai questi derby in partite importanti non è questione di slancio o di forma, è quanto vuoi davvero vincere. Quanto sono intelligenti e astuti i giocatori, se necessario, usare trucchi sporchi, fai tutto il necessario per vincere”. Una volta Mourinho disse ‘Devi essere dei bastardi per vincere i trofei’. Ecco. Io non vedo questo. Non lo vedo abbastanza nello United”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy