Il Bayern si coccola Zirkzee, il nuovo Lukaku dei record

Il Bayern si coccola Zirkzee, il nuovo Lukaku dei record

L’olandese appena 18enne decisivo ieri sera a Friburgo

di Redazione ITASportPress

Joshua Zirkzee, centravanti classe 2001 del Bayern Monaco, ha avuto un impatto devastante in Bundesliga. L’attaccante ex Feyenoord con 18 anni e 210 giorni è il terzo calciatore più giovane dei campioni di Germania ad aver fatto gol in campionato. Meglio di lui solo Roque Santa Cruz (18 anni e 12 giorni) e di Alphonso Davies (18 anni e 135 giorni). L’olandese però ha il record assoluto per numero di palloni giocati/gol visto che al primo tocco (era appena entrato in campo al 90′) ha realizzato la rete che ieri a Friburgo si è rivelata decisiva al minuto ’92 quando il Bayern era sull’1-1. Un predestinato per un giovane nato poche ore prima della conquista della Champions League del Bayern Monaco a Milano contro il Valencia.

CRESCITA – Joshua Zirkzee ha avuto un percorso professionale molto movimentato, nato in Olanda a Schiedam, ha iniziato a giocare con il VV Hekelingen, poi è passato allo Spartan ’20, dove è stato scoperto dagli scout dell’ADO Den Haag. Dopo tre anni all’Aia, si è trasferito al Feyenoord all’età di quindici anni, dove è rimasto solo un anno. “Ho avuto una buona stagione al Feyenoord e sono andato bene anche con la nazionale olandese Under 16. Anche gli scout del Bayern Monaco mi hanno visto e hanno contattato il mio agente. Volevano che venissi in Germania “, riporta il sito Worldfootballscouting.com.

BAYERN CHE COLPO! – Il Bayern per acquistarlo ha vinto la concorrenza di molti altri prestigiosi club europei come: Manchester UnitedEvertonArsenal e Benfica. “Il piano che il Bayern mi aveva proposto andava molto bene. Il Bayern mi sembrava il miglior club per avere una crescita migliore. Ci alleniamo diversamente qui rispetto alle tecniche di addestramento che ci sono nei Paesi Bassi e in Inghilterra. Abbiamo un sacco di formazione extra. Ho per esempio un training specifico per l’attaccante e in più c’è un gran numero di metodologie per affinare le proprie qualità. Hanno un ottimo allenamento in Germania”, ha affermato il giovane talento olandese a elfvoetbal.nl.

ROBBEN – Inoltre, in Baviera Joshua ha avuto la possibilità di incontrare il suo idolo, Arjen Robben: “Soprattutto nella pre-season, quando è stato permesso di allenarmi con la prima. E ‘stato molto bello. Quando sono arrivato negli spogliatoi, ero improvvisamente vicino ad Arjen. E’ un giocatore di calcio che ho visto per anni in tv e ora ero con lui. Molti giocatori, la scorsa estate, durante la preparazione di questa stagione, erano ai Mondiali o in vacanza, ma Arjen era lì, ed è stato molto carino con me. ” (tratto da elfvoetbal.nl) Proprio nel corso della tournée statunitense, Zirkzee ha avuto la possibilità di debuttare e segnare in prima squadra, in una partita non ufficiale dell’ICC Tournament, nel match contro il PSG. “E’ stata davvero un’esperienza meravigliosa. Un sogno che si è avverato. Ho letto il mio nome in tutto il mondo. Poi mi è stato permesso di allenarmi al campo di allenamento in America. E’ stato molto speciale. Spero di arrivare in prima squadra nei prossimi due o tre anni. il mio obiettivo per questa stagione? il mio debutto ufficiale in Bundesliga o in Champions League. Sono sicuro che ci riuscirò al Bayern”, ha detto l’ambizioso centravanti.

Con le selezioni olandesi, pur avendo una buona media realizzativa, Joshua non ha giocato molte partite: due match con l’Under 15, 6 presenze con l’Under 16 e solo 2 caps con i diciassettenni “Oranje”.

CARATTERISTICHE  – Joshua Zirkzee ha tutti i requisiti per diventare un attaccante di livello internazionale. Tra i giovani è veramente un lusso averlo in squadra, talmente è superiore il suo bagaglio tecnico e atletico. Ha già una notevole struttura fisica, che gli consente di vincere ogni duello fisico e, con i suoi 193 cm, di testa è quasi imbattibile. Ha una presenza atletica dominante, che lo rende già pronto per la Bundesliga. Anche la sua velocità è impressionante, riesce a superare i suoi avversari sia in progressione, sia per mezzo di dribbling in corsaNonostante la mole imponente, ha una rapidità sorprendente e i suoi marcatori lo soffrono sempre in modo evidente.

COME ROMELU – Il giovane attaccante olandese sembra essere un Romelu Lukaku più tecnico ed estroso.
Ha grande fiducia nei propri mezzi e proprio come il bomber belga, gli piace andare in profondità e tenere la palla per fa avanzare i propri compagni. Ha uno stile di gioco pulito, per essendo prestante fisicamente, non cerca sempre lo scontro corpo a corpo, ma pensa soprattutto a giocare la palla. Come dimostrano le sue statistiche non è solo un semplice finalizzatore, ma è anche un centravanti di manovra, che sa essere incisivo pure nell’ultimo passaggio, palesando una buona abilità nell’effettuare le scelte giuste. Sotto porta è scaltro e furbo, sa fare i movimenti giusti, facendosi trovare puntuale all’appuntamento con il gol. Già detto del suo buon dribbling, vanno anche citati il suo morbido primo tocco e il suo calcio pulito ed elegante. In generale Zirkzee è un centravanti completo, che segna in ogni modo, risultando estremamente imprevedibile per i difensori avversari (anche se deve migliorare con il piede sinistro). Il prodigio olandese ha davvero tutto, compreso un gran tiro, che gli consente di essere pericoloso dalla distanza e sul calcio piazzato. Ha una spiccata personalità ed è inoltre un attaccante coraggioso, che si tuffa con la testa sui piedi degli avversari pur di mettere la palla nel sacco. Tatticamente può dare il meglio di sé al centro di un tridente di un 4-3-3, ma viste le sue qualità tecniche e tattiche, può sorreggere anche da solo il peso di tutto il reparto offensivo. L’analisi tecnica di worldfootballscouting.com è condivisibile visto che il giovane talento del Bayern sarà un punto ferma della squadra di Flick nel girone di ritorno della Bundesliga.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy