Khedira, il tecnico dell’Hertha Berlino tra ‘bastone e carota’: “Ha portato esperienza ma per essere titolare… deve correre di più”

Parla il mister del club tedesco

di Redazione ITASportPress
Khedira

Una nuova avventura in Germania che potrebbe presto portarlo ancora più protagonista dell’Hertha Berlino. Sami Khedira, dopo l’addio alla Juventus, sta cercando fin dalle prime settimana di conquistare il suo spazio in squadra. Per il momento solo alcuni spezzoni di gara per ritrovare il ritmo partita ma presto potrebbe arrivare l’ora della titolarità dal primo minuto. Pal Dardai, tecnico del club, lo ha detto a margine della partita dei suoi contro il Lipsia di domenica utilizzando, come si suol dire, il ‘bastone e la carota’ con il centrocampista 33enne.

Khedira e l’impatto all’Hertha Berlino

Khedira
Khedira (getty images)

Non ha nascosto le sue intensioni mister Dardai riguardo al centrocampista ex Juventus e sulla possibilità di vederlo presto nell’undici iniziale ha detto: “Sicuramente l’arrivo di Khedira in squadra ci ha fatto bene. È sinonimo di calma, stabilità, impegno”, ha commentato l’allenatore. “Parliamo di un giocatore molto esperto e intelligente, ha già capito come aiutarci. Recupera palloni, sa inserirsi in avanti. Ha dato calma e stabilità alla squadra”. Inevitabile, però, trovare anche qualche difetto, specie se si pensa che Khedira era reduce da un periodo di assenza dal terreno di gioco davvero lunga: “Per essere titolare nell’Hertha Berlino, però, deve essere in grado di correre. Deve correre tutti e 90 minuti. In tal senso posso dire che sta facendo le cose nel modo giusto, quindi vediamo se e quando sarà nell’undici iniziale…”.

CHI PRENDERA’ IL POSTO DI KHEDIRA ALLA JUVENTUS?

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy