Plea: “Abbiamo paura ma il calcio è la nostra vita. Pronte nuove esultanze senza contatto…”

Plea: “Abbiamo paura ma il calcio è la nostra vita. Pronte nuove esultanze senza contatto…”

Il giocatore del Borussia Moenchengladbach sulla ripresa della Bundesliga

di Redazione ITASportPress
Plea

Alassane Plea inedito in merito alla ripresa della Bundesliga. L’attaccante francese di origine maliana del Borussia Moenchengladbach ha parlato alla Bild dell’imminente ritorno in campo della Bundesliga a seguito dell’emergenza coronavirus e delle nuove regole sul contatto durante le partite e gli allenamenti.

Non si nasconde il classe 1993 che ammette come sarà strano tornare in campo dopo il lungo stop: “Sarà strano e complicato perché è passato molto tempo da quando ci siamo fermati, ma siamo pronti e felici di continuare il campionato”, ha detto Plea. “Gli allenamenti? Ci cambiamo in diverse cabine che vengono regolarmente disinfettate al termine di ogni sessione di allenamento. Ogni tre giorni facciamo il test, c’è grande attenzione. Alcuni compagni di squadra sono preoccupati e hanno paura di contrarre il coronavirus, ma ci manca il campo: il calcio è la nostra vita. Siamo gli unici che hanno ricevuto l’autorizzazione a giocare, ci guarderanno tutti”.

L’esultanza senza contatto

Plea
Plea esultanza Borussia Moenchengladbach (getty images)

Ma non c’è solo timore. Infatti Plea ammette che insieme ai compagni stanno anche pensando qualche nuovo metodo per festeggiare insieme dato che per via della riduzione dei contatti sarà vietato abbracciarsi e saltarsi addosso dopo un gol: “Ci stiamo pensando. Stiamo preparando qualche piccola esultanza speciale senza contatto. Sarà diverso, come sarà strano non avere il pubblico ma in ogni caso siamo felici di ripartire”.

DAL COLONIA NON SONO FAVOREVOLI ALLA RIPRESA

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy