Joao Mario: “Alla Lokomotiv mi sento a casa. Eder? Ancora ricordiamo gli Europei in Francia”

Joao Mario: “Alla Lokomotiv mi sento a casa. Eder? Ancora ricordiamo gli Europei in Francia”

L’ex centrocampista dell’Inter ha parlato della sua esperienza in Russia

di Redazione ITASportPress

Dall’Inter alla Lokomotiv Mosca, João Mario ha raccontato al canale portoghese Channel 11 la sua esperienza in Russia. “Sono rimasto sorpreso perché mi è stato detto che le persone sono chiuse e fredde. Ma qui sono in un’atmosfera speciale con persone amichevoli sia per le strade che nel club. Mi hanno aiutato molto “, ha commentato. In questa stagione, il centrocampista 26enne ha giocato 8 partite segnando 1 gol e realizzando 2 assist. Oltre a 1 gol in 4 incontri della Champions League. “Volevo entrare in un progetto in cui avrei potuto giocare regolarmente dopo tre anni senza stabilità – ha proseguito -. Ne avevo bisogno. Alla Lokomotiv, mi hanno sempre trattato bene e mi hanno dato l’opportunità di essere felice”.

EDER – Importante l’aiuto del connazionale Eder: “Mi sono integrato subito. Ancora ricordiamo gli Europei del 2016 (quando Eder segnò il gol decisivo contro la Francia in finale, n.d.r.). In passato mi chiamavo João Mario dallo Sporting, ma oggi molti mi conoscono come João Mario ‘campione d’Europa’”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy