Trapani, preso l’ex Krasnodar Strandberg

Trapani, preso l’ex Krasnodar Strandberg

Il calciatore norvegese ha firmato fino a giugno 2020

di Redazione ITASportPress

E’ stato perfezionato l’ingaggio del calciatore Stefan Strandberg, che ha sottoscritto un contratto con il Trapani fino a giugno 2020. Originario di Lyngdal, in Norvegia, classe 1990, difensore, Strandberg ha iniziato la sua carriera tra i professionisti con la maglia del Mandalskameratene nel 2006, passando nel 2009 al Vålerenga e, quindi, al Bryne in prestito. Tornato al Vålerenga, nel febbraio 2012 è approdato al Rosenborg a titolo definitivo. Nella stagione 2015/2016 ha giocato nella massima divisione russa vestendo la maglia del Krasnodar e nella stagione successiva in prestito all’ Hannover 96, in Germania. Rientrato al Krasnodar alla fine di quella stagione ha militato nella successiva, sempre con la formula del prestito, nella massima divisione russa con la maglia dell’Ural. In Norvegia ha vestito la maglia della Nazionale sin dall’Under15, debuttando in Nazionale maggiore nel 2013. “Sono contento di poter finalmente giocare. Non vedevo l’ora che il contratto fosse pronto e spero di dare il mio contributo e aiutare la squadra a muovere la classifica per lasciare il posto in cui ci troviamo adesso” ha detto Strandberg dopo l’ufficializzazione del suo ingaggio. Perché ha scelto il Trapani? “E’ una domanda che mi hanno fatto in molti – ha dichiarato -. La Russian Premier League è un bel campionato e sono stato nella mia carriera in tanti bei club. Ma l’Italia è uno dei paesi che amo da sempre. Tramite il direttore sportivo ho avuto l’occasione di venire qui e l’ho colta”. Le sue caratteristiche: “I tifosi dovranno imparare a conoscermi, perché non ho mai giocato in Italia prima d’ora. Sono un difensore centrale molto fisico, prediligo il gioco aereo, ma anche giocare la palla in fase di impostazione”. Le impressioni sulla città, su staff e nuovi compagni: “Trapani è un bel posto, la Sicilia è molto bella. Qui ho trovato un bel gruppo, uno staff disponibile, le mie impressioni sono positive. Mi hanno fatto sentire subito a mio agio, mi hanno accolto bene, è un gruppo positivo. Dobbiamo migliorare per risalire velocemente la classifica, restare tutti uniti, perché solo così staff e calciatori potranno fare meglio. Io sono qui per poter dare il mio contributo. Tutti assieme e solo così possiamo salvare la categoria ed essere ancora in serie B la prossima stagione”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy