Caso Jacob Blake: la MLS si ferma dopo boicottaggio da parte dei giocatori

Cinque partite sospese nella Major League Soccer

di Redazione ITASportPress

“L’intera famiglia della MLS è profondamente rattristata e inorridita dalla sparatoria verso Jacob Blake a Kenosha. Continuiamo a schierarci con la comunità nera nella nostra nazione, compresi i nostri giocatori e i nostri impiegati, condividendo il loro dolore, la loro rabbia e la loro frustrazione”.

Con questo messaggio la Major League Soccer ha deciso di dare voce alla protesta nata dai calciatori del massimo torneo di calcio americano a seguito dei fatti che hanno visto l’afroamericano Jacob Blake venire colpito da diversi colpi di pistola nel Wisconsin.

La MLS si ferma: stop a 5 partite

Secguendo l’esempio della NBA e dei Milwaukee Bucks, i quali per primi avevano deciso di boicottare la partita dei playoff contro gli Orlando Magic, anche la MLS ha deciso di dire stop al calcio fermando 5 partite.

L’annuncio è arrivato dai canali ufficiali anche social della lega statuntense: “La MLS condanna il razzismo e si schiera sempre per l’equità, ma bisogna fare di più per fare passi tangibili verso un cambiamento. Continueremo a lavorare con giocatori, club e con l’intera comunità per unire il nostro potere e lottare per l’equità e per la giustizia sociale”.

Rinviate quindi Miami-Atlanta, Dallas-Colorado, Real Salt Lake-LAFC, San Jose-Portland e LA Galaxy-Seattle.

INCIDENTE PICCANTE PER LA COMPAGNA DI UN CALCIATORE

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy