Chapecoense, fallimento e retrocessione ad un passo a tre anni dal disastro aereo

Chapecoense, fallimento e retrocessione ad un passo a tre anni dal disastro aereo

Non vive un bel momento la società brasiliana

di Redazione ITASportPress

A quasi tre anni dal disastro aereo che ha coinvolto la prima squadra della Chapecoense (accadde il 28 novembre 2016), la società brasiliana non se la sta passando per niente bene nel proprio campionato, sia per ragioni societarie che per la pericolante posizione di classifica. Da una parte, appunto, i compensi relativi ai diritti d’immagine di giocatori e staff che non vengono pagati da quasi due mesi, dall’altra la retrocessione in Serie B quasi aritmetica, avendo 13 punti in meno del Cruzeiro, che occupa la prima posizione utile per mantenere la categoria. Domenica ci sarà la partita in casa contro il Ceará, al momento appena sopra al Cruzeiro, e corrisponde praticamente all’ultima occasione utile per evitare la retrocessione.

Stando però alle ultime indiscrezioni, uno sponsor nelle ultime ore si sarebbe proposto per risanare parte dei debiti che sono stati accumulati negli ultimi tempi. Una discesa della Chapecoense in Serie B vorrebbe dire anche mettere seriamente a rischio l’esistenza stessa del club.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy