Del Bosque: “Mi girano le palle se mi dicono che non sono madridista”

“Ho ricevuto anche un’offerta dalla Cina da 15 milioni di euro, ma non mi sono mai mosso per denaro”

di Redazione ITASportPress
Del Bosque

Nel lontano 1985 Vicente Del Bosque iniziò la sua carriera da allenatore nelle giovanili del Real Madrid. Dalla stagione 1999 al 2003 guidò la prima squadra, conquistando due campionati e due Champions League. L’ex commissario tecnico dell Spagna, lasciò le merengues per del divergenze con il presidente Florentino Perez, ma guai a definirlo un non madridista. In un’intervista a El Confidencial, il classe 1950 ha raccontato un episodio accaduto durante la cerimonia di presentazione di un premio a La Albuera; queste le sue parole: “Mi si è avvicinato il vice-sindaco di questa città e con una certa enfasi mi ha detto: “Tu non sei madridista”. Gli ho risposto: “Ehi, io non posso provare affetto per Florentino Perez, né essere suo amico, ma non potrei mai avere nulla contro il Real”. Ci ho lavorato per 36 anni, sotto vari ruoli. Se viene una persona qualsiasi a dirmi una cosa del genere mi girano altamente le palle”.

REAL MADRID“Né io mi sento pronto per tornare, né il club mi ha mai cercato. Ormai sono in pensione. Ho ricevuto anche un’offerta dalla Cina da 15 milioni di euro, ma non mi sono mai mosso per denaro. Il momento migliore della mia vita è stata quando sono stato allenatore e direttore delle giovanili del Real Madrid, insieme a Luis Molowny e altre persone favolose. In quel momento guadagnavamo il giusto per vivere”.

ZIDANE – “Sappiamo che ci sono persone che disprezzano il lavoro di altre parlando di “fortuna”. Ma avrà qualche valore un allenatore che ha vinto già tre titoli internazionali? Zidane ha un gruppo di giocatori che lo seguono in quanto leader. A prescindere da chi lo sminuisce, così come sminuivano me ai miei tempi, ha dimostrato di saper influire molto sulla squadra”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy