Drogba ammette: “Avrei potuto giocare nel Real Madrid o nel Barcellona, ma…”

Drogba ammette: “Avrei potuto giocare nel Real Madrid o nel Barcellona, ma…”

L’attaccante si è recentemente ritirato

di Redazione ITASportPress

Dopo 20 anni di carriera ad altissimi livelli, Didier Drogba, ex attaccante tra le altre del Chelsea, si è raccontanto in una lunga intervista rilasciata ad AS. Dopo davvero tanti anni al top del calcio mondiale, anche per un bomber del suo calibro era arrivato il momento di smettere. Ottenuto l’apice con i successi della Champions League con la maglia dei Blues di Londra, nella storia calcistica di Drogba, c’è anche un retroscena importante di mercato che avrebbe potuto decisamente aumentare il numero di trionfi.

MOMENTO – Come sto adesso? Sicuramente è diverso rispetto a quando fai il calciatore. Prima hai la giornata occupata e intensa: allenamenti, partite, viaggi.. Ora sono ambasciatore di Chelsea e Yokohama, lo sponsor ufficiale. Sto visitando paesi, sono stato in diversi posti in pochi giorni: India, Tokyo, Lione, Madrid”. “Il calcio mi ha dato l’opportunità di viaggiare e conoscere il mondo, di vedere culture diverse, mi sento molto fortunato”. “Quale è stato il miglior momento della mia carriera? Difficile sintetizzare 20 anni di carriera, ci sono stati tanti bei momenti. Forse qualificarsi per un Mondiale con la Costa d’Avorio, per quello che significava per il mio Paese. Ma anche il mio primo gol con il Marsiglia e, naturalmente, la Champions vinta con il Chelsea. Sono momenti indimenticabili”.

RETROSCENA – E poi ecco la rivelazione. Drogba sarebbe potuto andare in Spagna, ma non dichiara dove: “Ho avuto l’occasione di andare a giocare nella Liga, manon dirò il nome (ride ndr), ma è stato un periodo in cui ero felice al Chelsea e quando l’offerta è arrivata il presidente (Abramovich) mi ha detto: “Non vai da nessuna parte”. Penso che le cose fossero chiare”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy